Slow Trekking
print this page

FOR ALL - n. 8 Valli dell’Ossola - VALLE VIGEZZO: SANTA MARIA MAGGIORE

L'ITINERARIO È ACCESSIBILE PER TURISTI CON ESIGENZE SPECIFICHE (Progetto "FOR ALL Turismo per Tutti Tutti Turisti")

Durata minima: da 1 a 2 giorni
Difficoltà dell’itinerario: bassa
Lunghezza dell’itinerario in km: 1,5 km

DESCRIZIONE LOCALITA’
Santa Maria Maggiore, punto di riferimento della Valle Vigezzo, è un piccolo borgo, intatto nella sua meravigliosa architettura di montagna. Una passeggiata per le vie cittadine consente di visitare le principali attrazioni: il Centro Culturale Vecchio Municipio, l’edificio simbolo di Santa Maria Maggiore, decorato con motivi geometrici a colori caldi sede di esposizioni temporanee, il giardino di Villa Antonia che ospita il Museo dello Spazzacamino, un unicum a livello nazionale, che rende onore alla storia dei piccoli spazzacamini, e la recente Casa del Profumo Feminis-Farina, che celebra la nascita dell’Acqua di Colonia. Poco lontano dal centro storico è possibile immergersi nella natura facendo una rilassante passeggiata nella Pineta della città o ammirare dall’alto il panorama risalendo con la funivia fino alla Piana di Vigezzo.

INFORMAZIONI

PARCHEGGI:
Il Comune di Santa Maria Maggiore consente ai veicoli che espongono il Contrassegno Unico Disabili Europeo di parcheggiare in qualsiasi stallo a titolo gratuito.

POLIZIA MUNICIPALE:
Telefono 0324 954118 – email:

UFFICIO TURISTICO
Piazza Risorgimento 28 - Tel. 0324 95091

www.santamariamaggiore.info

COME ARRIVARE
IN TRENO
Dalla stazione Internazionale di Domodossola è possibile prendere il treno della Ferrovia Vigezzina Centovalli ed arrivare alla stazione di Santa Maria Maggiore. Le persone con disabilità devono, qualora non siano già annunciati da altri vettori, inviare una mail a

oppure telefonare al 0324 242055 almeno 24 h prima del viaggio indicando quali corse intendono utilizzare e la tipologia di servizio di assistenza richiesto in base alla propria disabilità.
Dalla stazione al centro storico
Il percorso di 700 mt (circa 10 minuti a piedi) collega la stazione ferroviaria di Santa Maria Maggiore a Piazza Risorgimento, il cuore del centro storico del borgo. Il percorso si sviluppa lungo Via Luigi Cadorna, Via Rossetti Valentini, Via Cavalli fino ad arrivare a Piazza Risorgimento. La pavimentazione della stazione è costituita da autobloccanti. Il parcheggio, con uno stallo riservato a persone con disabilità, ha una pavimentazione omogenea in asfalto. Il tragitto che porta dal parcheggio al centro storico è caratterizzato da pavimentazione di diverso tipo, dall’asfalto alla pietra, distinguendosi in due tratti principali, uno che si affaccia sulla strada veicolare ed un secondo caratterizzato da una strada pedonale. La larghezza media dei passaggi è agevole e non sono presenti ostacoli che ne riducono la larghezza.
IN AUTO
Si può posteggiare al parcheggio pubblico più vicino a Piazza Risorgimento che si trova in Piazza Mercato dove ci sono due stalli riservati a persone con disabilità. Gli stalli riservati del parcheggio sono posti sul lato più vicino al centro storico e ciò riduce il percorso per le persone con disabilità motoria. Il percorso di 150 mt (circa 3 minuti a piedi) collega Piazza Mercato a Piazza Risorgimento, il cuore storico del borgo, passando da Via Roma. Il tragitto è ampio e consente un agevole percorribilità da parte dei visitatori in carrozzina, il fondo è in cubetti di porfido con due file centrali in lastre di pietra.

COSA VEDERE
Iniziamo la visita del centro storico di Santa Maria Maggiore dal suo edificio simbolo, il Vecchio Municipio che si trova nella caratteristica Piazza Risorgimento. Oggi l’edificio è sede di esposizioni temporanee e centro di eventi e manifestazioni culturali. La struttura si compone di due piani e della torretta. L’ingresso principale presenta un gradino di 10 cm di altezza e per giungere al primo piano occorre salire una rampa di scale; è però presente un ingresso accessibile e per raggiungerlo occorre salire un tratto di strada in pendenza, posto a destra dell’ingresso principale. Il percorso conduce direttamente alla porta della cabina dell’ascensore. L’ascensore è attivabile mediante chiave dal personale e conduce ai livelli superiori della struttura. Non c’è campanello per chiedere assistenza pertanto occorre che un accompagnatore salga alla reception del primo piano per prendere le chiavi dell’ascensore oppure si può chiamare al n. 0324 94213. L’ascensore consente di accedere al primo piano e al piano ammezzato. Il piano terra è caratterizzato dalla Sala Mandamentale dove si svolgono convegni, incontri letterari, concerti di musica classica e jazz, appuntamenti ludico-creativi per adulti e bambini e la Sala ex-posta (piano ammezzato) dove vengono proposti piccoli eventi musicali e teatrali. Nel caso di eventi pubblici organizzati al piano terra, viene apposta una rampa per superare il gradino dell’ingresso. Al primo piano si trova la Sala espositiva costituita da tre spazi fisici, in cui il Comune di Santa Maria Maggiore ospita le proprie mostre. La Torre, costituita da tre piccole celle collegate da una scala a chiocciola usate come spazio espositivo, non è accessibile.
A pochi metri da Piazza Risorgimento troviamo la Casa del Profumo che rende omaggio a Giovanni Paolo Feminis. Originario di Santa Maria Maggiore ed emigrato in giovanissima età a Colonia, ideò la formula dell’Acqua di Colonia. L’edificio si sviluppa su due piani: al piano terra si trovano l’ingresso principale, l’ambiente dedicato a biglietteria, accoglienza e bookshop, i servizi igienici e il giardino. Questi ambienti sono accessibili. Al piano superiore si sviluppa la mostra dedicata all’Acqua di Colonia: lungo il percorso di visita sono presenti postazioni multimediali audiovisive e contenitori di essenze che consentono un percorso multisensoriale. La mostra è raggiungibile solo mediante il superamento di una rampa di scale composta da diversi gradini. Il giardino è raggiungibile dal bookshop e si configura come uno spazio per la sosta ed il relax. La suggestiva serra è situata al fondo del giardino ed è una struttura vetrata dotata di impianto di riscaldamento. Per raggiungerla è necessario superare un dislivello ed una soglia di accesso.
Proseguendo, a pochi metri, vi è il Parco di Villa Antonia segnalato da un cartello. Lungo il percorso che porta dal cancello all’entrata della Villa è possibile ammirare l’architettura transalpina dell’edificio: tetto molto spiovente, i tasselli sottogronda decorati e il movimento creato dai corpi architettonici asimmetrici e sfalsati. Il percorso è interamente accessibile, non presenta ostacoli rilevanti e permette al visitatore di raggiungere il Museo dello Spazzacamino, per procedere con la visita o in alternativa per sostare nel giardino per godere dello spazio aperto. Il parco, caratterizzato da una collezione di faggi rossi, è costituito da un’area di ridotte dimensioni, con fondo in erba e presenta illuminazione artificiale. Il museo dello Spazzacamino è su due livelli ed è interamente accessibile mediante ascensore.
Non lontano dal centro storico di Santa Maria Maggiore, a circa un 1 km (15 minuti a piedi) è possibile immergersi nel verde e fare una passeggiata rigenerante nella zona della pineta. In caso si volesse arrivare in auto il parcheggio che si trova in Via Pineta, 22, accanto all’ingresso principale, con fondo in ghiaia e asfalto, è ampio e comodo. L’ingresso alla pineta è delimitato da un cancello in legno con ampiezza superiore a 150 cm. La passeggiata è caratterizzata da un percorso principale di oltre 2.5 km di lunghezza con pavimentazione in asfalto e da numerosi sentieri secondari, in sterrato o in lastre di pietra. Il percorso principale ha una pavimentazione omogenea e pendenze adeguate ad una buona fruibilità da parte dei visitatori in carrozzina. I sentieri secondari invece sono di difficile praticabilità, sia per la pavimentazione sconnessa, sia per le pendenze. Lungo il percorso principale si trovano numerose aree attrezzate per la sosta ed il relax. Non sono presenti ostacoli che riducono il passaggio a meno di 100 cm. L’intero percorso ciclopedonale, di oltre 13 km in pineta, da Santa Maria Maggiore a Druogno oppure verso Malesco e Re è percorribile mediante l’utilizzo di un ruotino oppure easybike ed è luogo ideale per passeggiate semplici e rigeneranti che saprà regalarvi momenti di puro relax a contatto con la natura.
Da Santa Maria Maggiore è possibile arrivare alla Piana di Vigezzo (1700 mt s.l.m.) con la funivia ed ammirare dall’alto i pascoli, le baite d’alpeggio e lunghi sentieri che caratterizzano l’area. Si arriva in auto nel parcheggio antistante la funivia in Via Pittore Carlo Fornara 13 a Prestinone di Craveggia(VB), che dista circa 2 Km da Santa Maria Maggiore. L’ingresso della funivia è vicino al bar e si accede alle cabine di risalita percorrendo la rampa segnalata. La cabinovia ad 8 posti conduce in pochi minuti alla località Piana di Vigezzo, incantevole balcone panoramico e punto di partenza per numerose escursioni sia invernali che estive. Si accede alla cabinovia attraverso una pedana posizionata al momento dal personale della funivia. Per informazioni contattare il 345 8587040 –

- www.pianadivigezzo.it

DESCRIZIONE COMPLESSIVA ACCESSIBILITA’:
L’itinerario è accessibile per persone con mobilità ridotta. Per le persone che utilizzano una sedia a rotelle manuale si consiglia la presenza di un accompagnatore in particolare nel centro storico in quanto il percorso presenta dei tratti con del ciottolato e delle piccole pendenze e alla Piana di Vigezzo per la presenza di un terreno non agevole.

Realizzatore del percorso: Fabrizio Marta - Rotex
Autore dei testi: Fabrizio Marta - Rotex

S