Slow Trekking
print this page

FOR ALL - n. 2 Lago Maggiore: ARONA

L'ITINERARIO È ACCESSIBILE PER TURISTI CON ESIGENZE SPECIFICHE (Progetto "FOR ALL Turismo per Tutti Tutti Turisti")

Durata minima: 1 giorno
Difficoltà dell’itinerario: Bassa
Lunghezza dell’itinerario in km: 2,5 km

DESCRIZIONE LOCALITA’
Verso la parte finale del Lago Maggiore, si trova Arona, sede primaria dei domini territoriali della famiglia Borromeo che per secoli ebbe una forte influenza sulle zone del Lago. La città è nota per aver dato i natali a San Carlo Borromeo e per la sua statua alta 23,40 mt ed è ricca di variegati cenni storici: dai materiali preistorici, celtici e romani, dal Rinascimento al Barocco e al Liberty.
Arona ha il fascino delle bellezze naturali del Lago Maggiore, del parco dei Lagoni di Mercurago e luoghi in cui trascorrere momenti di relax sul lungolago oppure tra le vie e piazze per dei momenti di shopping e svago.

INFORMAZIONI

PARCHEGGI:
In Piazzale Aldo Moro, davanti alla Stazione, vi è la possibilità di parcheggiare gratuitamente o di usufruire di parcheggi (8 stalli) riservati a portatori di disabilità. Vi sono inoltre molti stalli riservati ai portatori di disabilità nelle vicinanze del lungolago e delle maggiori attrazioni turistiche e pubbliche della città.

POLIZIA MUNICIPALE:
Le persone con disabilità in possesso del contrassegno invalidi possono entrare nella ZTL di Arona avendo però l'obbligo di comunicare al comando di Polizia Municipale, entro 7 giorni dal transito, la targa del veicolo utilizzato e i riferimenti del titolare del contrassegno invalidi.
Email:

- Tel: 0322 231218/238 – 331 5359636

UFFICIO TURISTICO:
Largo Pietro Vidale, 2 - Arona - Tel. 0322 243601
E-mail:

SERVIZI IGIENICI COMUNALI ACCESSIBILI
presso l’Ufficio Turistico in Largo P. Vidale, 2 - Arona
presso Navigazione Lago Maggiore – Largo Alpini - Arona

COSA VEDERE
Si consigliano tre percorsi accessibili per godere al meglio la Città di Arona.
Percorso Panoramico Lungolago - paesaggistico
Dal parcheggio della stazione, costeggiando il lago verso sud, parte una passeggiata di 1 Km sfruttando la zona pedonale o la pista ciclabile. Il percorso è totalmente pianeggiante tranne due brevi tratti. Il primo di 29,5 m presenta una leggera salita con una pendenza massima del 5%. Alla fine della salitina si transita sul ponticello del torrente Vevera e si continua per una leggera discesa di 38 m con pendenza massima del 5%. Parallela alla pista ciclabile asfaltata c’è la pista pedonale in autobloccanti, sufficientemente comoda sia per carrozzine che per passeggini. Il percorso è disseminato di numerose panchine da cui è possibile ammirare il panorama del lago. Rigogliosi alberi offrono riparo dal sole e frescura per chi vuole soffermarsi. In estate è aperto un punto di ristoro con bar annesso, servizio di ombrelloni e sdraio, parco giochi per i più piccoli e un campo da beach volley.
Percorso Panoramico
Da Piazzale Aldo Moro ci si può dirigere verso il centro della città, avendo la possibilità di chiedere informazioni presso l’Ufficio Turistico che si trova di fronte alla stazione. Da qui si può intraprendere un’altra interessante passeggiata storico-naturale di 1,3 Km. Il percorso verso il centro inizia su un marciapiede agevole di sanpietrini e prosegue su un lungolago ben lastricato che ha alla sua sinistra un ottimo parco giochi e sulla destra la vista lago con sullo sfondo la famosa Rocca di Angera della Famiglia Borromeo.
Dopo 400 m sulla sinistra c’è la fontana di Arona. Proseguendo si incontra l’imbarcadero da cui partono battelli verso Angera e le Isole Borromee. Bar, ristoranti e gelaterie offrono punti di sosta e ristoro, oltre alle innumerevoli panchine. Qui il percorso è costituito da lastre di graniglia di cemento. Per scendere e salire dai marciapiedi ogni 50 m vi sono scivoli lunghi circa 1,10 m del dislivello di 10 cm. La passeggiata si conclude in Piazza del Popolo, pavimentata in porfido.
Percorso Storico Culturale
Parcheggiata l’auto all’imbarcadero, si attraversa la strada e si percorre sulla destra il marciapiede di Corso della Repubblica disseminato di negozi e boutique. Si arriva al Corso Cavour lastricato di sanpietrini, alcuni dei quali possono rendere un po’ difficoltosa la percorrenza di carrozzine sia elettriche che manuali. Un altro ostacolo lo si incontra se si vuole visitare la Chiesa di Sant’Anna (a circa 100 m) a causa del gradino d’ingresso e della mancanza di personale. Corso Cavour è il cuore sia storico che commerciale della città.
Da qui è possibile raggiungere la Piazza San Graziano, dove si trovano i Musei Archeologico e Mineralogico e la Biblioteca Comunale della città. Da Piazza San Graziano c’è la possibilità di continuare il tour visitando la Chiesa di Santa Maria, ove San Carlo ricevette il Santo Rito del Battesimo, e in cui è esposto l’importante Polittico di Gaudenzio Ferrari. Arrivarci può essere difficoltoso. Ci sono due possibilità: la prima è costituita da una ripida scalinata; la seconda, più agevole, consiste nel proseguire in vicolo del Mulino e poi svoltare a sinistra e salire per Via Bottelli, al termine della quale si svolta ancora a sinistra, per giungere a Santa Maria. Anche questa soluzione, però, può risultare faticosa e pericolosa per chi non è accompagnato. La Chiesa è accessibile tramite una piccola rampa in ferro lunga 1 m con una pendenza di 6 cm. Il portone molto pesante si apre spingendo con una certa forza. L’interno è accessibile tranne che per l’altare ed i confessionali.
Anche questa soluzione, però, può risultare faticosa e pericolosa per chi non è accompagnato.
Il colosso di San Carlo, simbolo di Arona, non è accessibile in quanto presenta scalinate anche a ridosso del monumento.
Sicuramente utile è scaricare l’app AronApp in cui è possibile trovare informazioni sulla città e gli itinerari accessibili.

DESCRIZIONE COMPLESSIVA ACCESSIBILITA’:
L’itinerario lungo il lago è accessibile per persone con mobilità ridotta in maniera molto agevole, si possono incontrare alcune difficoltà all’interno del centro storico per alcune salite e una pavimentazione in ciottolato non sempre uniforme.

Realizzatore del percorso: Fabrizio Marta - Rotex
Autore dei testi: Fabrizio Marta - Rotex

S