Slow Trekking
print this page

FOR ALL - n. 4 Lago Maggiore: BAVENO

L'ITINERARIO È ACCESSIBILE PER TURISTI CON ESIGENZE SPECIFICHE (Progetto "FOR ALL Turismo per Tutti Tutti Turisti")

Durata minima: 1 giorno
Difficoltà dell’itinerario: Bassa
Lunghezza dell’itinerario in km: 7 km

DESCRIZIONE LOCALITA’
Baveno, affacciato sulle isole Borromee si trova lungo le rive piemontesi del Lago Maggiore ed è un comune ricco di storia, tradizioni e cultura.
Dal piacevole lungolago si gode un'incantevole vista del Golfo Borromeo sino all'insenatura di Laveno, sponda lombarda del Lago Maggiore. Con il battello si possono raggiungere velocemente le Isole Borromee.
Dalla passeggiata lungolago ci si può addentrare nell’entroterra per ammirare il parco di Villa Fedora o raggiungere, con una passeggiata per le vie cittadine, il cuore di Baveno, la piazza della Chiesa. Qui l’architettura romanica è testimoniata nello splendido complesso monumentale della Chiesa dei Santi Gervaso e Protaso. Sulla stessa piazza è visitabile il museo Granum, uno spazio informativo multimediale e multisensoriale dedicato al Granito Rosa ed alla sua importanza storica ed economica per il territorio di Baveno.
Percorrendo la litoranea che da Baveno conduce alla piccola frazione di Feriolo, sul Golfo Borromeo, si notano i colori vivaci delle case ben allineate lungo la riva, con le pittoresche barchette ormeggiate sul lago. Il lungolago di Feriolo è forse uno dei più̀ caratteristici del Lago Maggiore: spiagge, rustiche abitazioni e balconcini ne contraddistinguono l'aspetto, offrendo uno scenario particolarmente suggestivo durante la sera, quando le acque del lago riflettono la luce dei tanti lampioni che lo costeggiano.

INFORMAZIONI

PARCHEGGI:
Il Comune di Baveno consente ai veicoli che espongono il Contrassegno Unico Disabili Europeo di parcheggiare in qualsiasi stallo a titolo gratuito.

POLIZIA MUNICIPALE:
Email:

- Tel: 0323 923755

UFFICIO TURISTICO:
Piazza della Chiesa 8 - Tel. 0323 924632 - Whatsapp 345 7936361
E-mail:

Sito: www.bavenoturismo.it

SERVIZI IGIENICI COMUNALI ACCESSIBILI
Al piano terra, con accesso esterno, dell’Ufficio Informazioni Turistiche - Piazza della Chiesa 8.

COSA VEDERE
Il centro storico di Baveno è raggiungibile a piedi attraverso un percorso che inizia dalla passeggiata lungolago. Si può lasciare l’auto nel parcheggio dell’imbarcadero. Il percorso lungo circa 3.15 km presenta tratti in pendenza che raggiungono anche il 20% e pavimentazione mista. Via Zanone ha una pavimentazione in asfalto, via Domo ha una pavimentazione in pietra e cubetti di porfido fino a largo Locatelli. Questo percorso non presenta tratti pianeggianti. In largo Locatelli è presente un’area di parcheggio con posti riservati a persone con disabilità. Da qui si può accedere alla Piazza della Chiesa attraverso un tratto di strada in salita (con pendenza dell’8%) in cubetti di porfido ad inizio rampa per poi proseguire con pavimentazione in lastre in pietra di forma regolare e ciottoli con concavità verso l’alto e tale rimane per l’intera area della piazza della Chiesa. Arrivando sulla piazza della Chiesa è possibile ammirare sul lato sinistro il porticato della Via Crucis, frontalmente il Battistero e la Chiesa di San Gervaso e Protaso. L’acceso con rampa fissa avviene lateralmente per la Chiesa di San Gervaso, mentre per il Battistero è possibile attraverso il posizionamento di una rampa removibile che viene collocata all’occorrenza chiedendo all’ufficio di informazioni turistiche. Sul lato destro della piazza si trova un edificio di più recente costruzione: una struttura polivalente che ospita l’ufficio informazioni turistiche, la biblioteca comunale e il museo del marmo Granum, un punto informativo multimediale e multisensoriale dedicato al Granito Rosa e alla sua importanza storica ed economica per il territorio di Baveno. L’edificio, articolato in più piani, è fruibile grazie ad un elevatore montacarichi.
Terminata la passeggiata nel centro storico si torna verso il lago dove è possibile percorrere il lungolago che è totalmente accessibile e senza particolari dislivelli e con una pavimentazione scorrevole. Dall’imbarcadero è possibile prendere il battello per visitare le Isole Borromee, per accedere allo scalo vi è un percorso pedotattile.
Proseguendo lungo la strada del Sempione direzione Gravellona Toce, poco dopo il ponte del torrente Selva, in pieno centro di Baveno è possibile visitare Villa Fedora. Questo rigoglioso parco pubblico all’inglese si sviluppa in un’area che costeggia il lago Maggiore. Esso presenta diversi percorsi interni che conducono alla passeggiata lungolago e alla spiaggia. Per accedere all’area verde è possibile posteggiare l’auto nel parcheggio pubblico sito in via Edelweiss e attraversare strada Nazionale del Sempione. Non sono presenti parcheggi riservati ma quelli disponibili vengono resi gratuiti esponendo sull’auto il Contrassegno Unico Disabili Europeo. Il percorso è privo di barriere architettoniche, la pavimentazione dei viali è stata sistemata ed è possibile accedere in tutto il perimetro del parco. In fondo al percorso, raggiunta la passeggiata lungolago, è possibile usufruire di un servizio igienico comunale accessibile, oltre a sostare al bar/chiosco con dehor esterno che permette di godere della vista lago all’ombra della tensostruttura dotata di sedute mobili con braccioli. Da segnalare però, che, purtroppo, in questo tratto è presente della sabbia/ghiaia che crea attrito e difficoltà con delle sedie a rotelle manuali. Infine, è possibile accedere, attraverso una pedana, direttamente ad una piccola spiaggia pubblica. Se vogliamo optare per una spiaggia attrezzata, questa è raggiungibile dal parcheggio in Via Piave, 66 oppure attraverso il percorso privo di barriere architettoniche dal parco di Villa Fedora.

Prendendo l’auto e percorrendo la litoranea si arriva nella piccola frazione di Feriolo, che dista 5 km dal centro di Baveno. Il lungolago di Feriolo è forse uno dei più caratteristici del Lago Maggiore. Si può lasciare l’auto nei parcheggi adiacenti alla spiaggia e lungo le vie Repubblica dell’Ossola, A. Cardini, G. Mazzini e G. Verdi. Si accede dai parcheggi alla passeggiata lungolago attraverso rampe. Dal parcheggio di Via Repubblica la passeggiata lungolago è distante circa 24 m. L’accesso è facilitato da una rampa lunga 9,50 m e con pendenza dell’11%. La passeggiata lungolago è in pavimentazione regolare con lastre in pietra e si snoda lungo la costa per 250 m. ed è ampia 2,30 m., con un breve tratto con pendenza variabile <8 %. Lungo il tragitto si incontrano spiazzi di sosta con gradini di accesso alla spiaggia. Sono numerose le sedute a panca fissa con schienale.
Tra i tanti accessi alle spiagge, ne segnaliamo due:
- accesso alla spiaggia dal parcheggio su via Repubblica dell’Ossola. Dal parcheggio occorre percorrere una prima rampa in asfalto con pendenza del 11% per raggiungere la passeggiata, quindi si scende una seconda rampa per accedere alla spiaggia, realizzata in asfalto con pendenza del 16% e gradino finale di 8 cm.
- accesso alla spiaggia dal parcheggio su via Verdi. Dalla passeggiata occorre percorrere tre tratti di rampa: il primo tratto di 27 m con pendenza del 8% e il secondo di 6 m e con pendenza del 7% con pavimentazione regolare in cubetti di porfido, il terzo tratto di 60 cm, realizzato in asfalto e con pendenza del 24%.
La spiaggia è in sabbia fine e l’altezza dell’acqua vicino alla riva è di pochissimi centimetri pertanto non è facilmente consigliata per fare dei bagni. Vi sono inoltre delle porzioni di spiaggia in erba.

DESCRIZIONE COMPLESSIVA ACCESSIBILITA’:
L’intero itinerario è accessibile per persone con mobilità ridotta. Per le persone che utilizzano una sedia a rotelle manuale si consiglia la presenza di un accompagnatore in quanto in alcuni tratti (centro storico, Villa Fedora e Feriolo) vi sono delle pendenze superiori all’8%.

Realizzatore del percorso: Fabrizio Marta - Rotex
Autore dei testi: Fabrizio Marta - Rotex

S