Show theater masks
Arte, Cultura & Fede
Laghi

Baveno

Lago Maggiore

PERCORSI ARTISTICI E ARCHITETTONICI 
Il territorio di Baveno è un centro ricco di storia, tradizioni e cultura. Numerose le testimonianze archeologiche, artistiche e architettoniche: dai rinvenimenti d’età neolitica (2500-1800 a.C.) a Feriolo,  importante e fiorente porto commerciale lacustro-fluviale di collegamento tra Ossola e i territori al di là   delle Alpi con le capitali lombarde e i centri marittimi di Venezia e Genova; ai segni di epoca romana documentati dalle lapidi e dai reperti ritrovati nelle necropoli (I-II secolo d.C.) con suppellettili domestiche e funerarie, armi, monete in bronzo e d’oro (IV-V sec. d.C.), fino all’architettura romanica testimoniata nello splendido complesso monumentale della Chiesa dei SS. Gervaso e Protaso nel centro di Baveno. Al Cinquecento si deve l’inizio dell’attività estrattiva del pregiato granito rosa, mentre l’architettura secentesca e settecentesca è rappresentata dalle chiese e numerose cappelle devozionali collegate tra loro da tranquille passeggiate che offrono bellissimi scorci panoramici. Nell’Ottocento lo sviluppo di importanti vie di comunicazione come l’inaugurazione della strada carrozzabile del Sempione (1807), voluta da Napoleone per collegare Parigi a Milano, l’attivazione di un servizio regolare di vetture e il varo dei primi piroscafi a vapore (1826) per la navigazione turistica del Lago Maggiore trasformano Baveno in una città di posta dove fanno capo le diligenze. La privilegiata posizione geografica di Baveno che è la prima cittadina lacustre per chi proviene dal Nord Europa e ultima per i viaggiatori che ritornano in patria passando dal valico del Sempione e le numerose attrattive che offre a coloro che, scriveva un giornale locale, “stanchi dal viaggiare si fermano alcuni giorni negli alberghi a ricrearsi dell’aura pura e del suo ridente panorama” la rendono un ricercato luogo di sosta. Il potenziamento delle ferrovie con i collegamenti con Genova e Torino, il completamento della linea Novara Domodossola (1888) e nel 1906, l’inaugurazione del traforo del Sempione che consente il collegamento diretto del Lago Maggiore con la Svizzera attraverso la linea ferroviaria Arona - Domodossola - Iselle, inseriscono definitivamente Baveno nel circuito del turismo internazionale.

LA STRADA DELLE FRAZIONI 
Baveno il suo centro storico e le sue frazioni (Roncaro, Romanico, Loita, Oltrefiume, Feriolo) sono da percorrere a piedi per apprezzarne gli elementi architettonici e paesaggistici. Fontane, lavatoi, archi, ornamenti, riquadri delle finestre e delle porte in granito rosa proveniente dalle vicine cave, lunghi ballatoi in legno, vicoli stretti e tortuosi acciottolati o lastricati, piazzette, cappelle e dipinti votivi, cortili porticati, case addossate una all’altra con i muri in pietra a vista s’intrecciano in un magico gioco di volumi che regala inediti scorci panoramici del lago e delle montagne circostanti. Di grande valore paesaggistico gli itinerari percorribili a piedi e le strade carrozzabili che collegano i punti di maggiore interesse storico, architettonico e naturalistico e si snodano tra boschi, giardini e belle residenze aprendosi a viste panoramiche verso il lago e le montagne.

NATURA E SPORT 
Laghi, fiumi, colline e montagne si offrono come scenario ideale per trascorrere giornate all’aria aperta fra natura e sport. In tutte le stagioni, Baveno offre, oltre alla piacevolezza del soggiorno, numerose escursioni via acqua o via terra alla scoperta del patrimonio naturalistico e la possibilità di praticare numerose attività sportive e ricreative come trekking, mountain bike, golf, equitazione, vela, canoa, sub, sci nautico, pesca, bocce, calcetto, parapendio. Per gli sport invernali (discese, snowboard ed escursioni con le ciaspole) si propone la vetta del Mottarone.

MUSEO GRANUM
Lo spazio museale Granum, ospitato in una sala dello storico Palazzo Pretorio, è un punto informativo multimediale e multisensoriale dedicato al granito Rosa ed alla sua importanza storica ed economica per il territorio di Baveno, pensato anche per rappresentare la ricchezza di percorsi e luoghi della lavorazione della pietra nel territorio del Verbano Cusio Ossola.

Telefono
+39 0323 924632
Live
Heavyrain
Pioggia forte
16,3°
Piazza Dante Alighieri, 14
28831 - Baveno (VB)

45.909637213938, 8.5055583715439

45.909637213938, 8.5055583715439