Mountain Bike
print this page

a - BIKE – n.35: Nella valle del Pescone

IL SEGUENTE PERCORSO FA RIFERIMENTO ALLA MAPPA SUI PERCORSI IN BICICLETTA NEL DISTRETTO TURISTICO DEI LAGHI MONTI E VALLI, DISPONIBILE IN FORMATO CARTACEO PRESSO GLI UFFICI TURISTICI DEL TERRITORIO E IN FORMATO EBOOK CLICCANDO QUI.

Partiamo dalla Piazza Unità d’Italia di Pettenasco nei pressi del municipio e proseguiamo in direzione del viadotto della ferrovia Novara-Domodossola lungo via Vittorio Veneto. Passiamo sotto il viadotto, raggiungiamo la fonte d’acqua e l’area picnic “Paganetto”: svoltiamo ora a destra sul sentiero, seguendo le indicazioni per Carcegna.
La strada corre per un breve tratto lungo la ferrovia per poi salire rapidamente nel bosco. Proseguendo arriveremo ad un bivio dove sulla nostra destra vedremo un cancello verde.
Qui prendiamo il sentiero che sale ripido a sinistra, superiamo un tornante e proseguiamo raggiungendo le prime case di Carcegna.
Continuiamo ancora fino ad incontrare la strada asfaltata (via Pettenasco) e poi lungo via Roma fino alla chiesa parrocchiale di S. Pietro.
Qui proseguiamo in direzione del circolo-bar di Carcegna imboccando via alle Scuole: superato il circolo scendiamo a destra in prossimità di un muretto, seguendo il sentiero fino alla scalinata che poi sale nel bosco.
In cima alla scalinata svoltiamo a sinistra e continuiamo sempre in salita lungo il sentiero nel bosco che in breve ci condurrà alle prime case di Miasino in via Borsattino. Passiamo sotto un voltone e svoltiamo poi a sinistra seguendo il muro di recinzione di Villa Nigra lungo via Solaroli.
Raggiunta la piazza proseguiamo diritto verso la chiesa parrocchiale di San Rocco e poi svoltiamo a destra lungo via Umberto I. Alla fine della via, dopo aver superato la chiesa del monastero sulla sinistra, occorre proseguire lungo via per Armeno in discesa. All’incrocio presso il cimitero di Pisogno, attraversare la strada e imboccare via Parrocchiale in direzione di Pisogno.
Superata la piscina all’aperto, svoltiamo a sinistra e poi a destra in via Regione Bagnalera: passiamo accanto ad una cappella e ad alcune casette. Teniamo la destra proseguendo tra i campi fino alla Strada delle Due Riviere in prossimità di un supermercato (sulla nostra destra). Attraversiamo la strada e svoltiamo subito dopo a destra lungo via dei Prati passando davanti al Museo degli Alberghieri di Armeno.
Raggiungiamo ora la piazza principale di Armeno, Piazza della Vittoria (se lo si desidera si può visitare la chiesa romanica di S. Maria Assunta nei pressi del cimitero) e proseguiamo lungo via Adis Abeba imboccando poi via Don Magnone. In prossimità della curva a destra svoltiamo a sinistra su sterrato e continuiamo nel bosco su sterrato, scendendo lungo la Valle del Pescone in direzione di Pettenasco.
Raggiungiamo la fonte d’acqua e l’area picnic “Paganetto” e passiamo sotto il viadotto della linea ferroviaria Novara-Domodossola: proseguiamo in direzione del centro di Pettenasco e del Museo dell’Arte e della Tornitura del Legno e raggiungiamo il nostro punto di partenza.

Da vedere: degni di nota su questo percorso sono il Museo dell’Arte e della Tornitura del Legno a Pettenasco, la Chiesa Parrocchiale di S.Maria Assunta di Armeno e la Villa Nigra a Miasino.

Progetto e realizzazione: Fabio Valeggia