print this page

I DOLCI E GLI AGRUMI

Sui laghi è possibile spaziare tra deliziose frolle e golosi biscottini alla crema gianduia: dalle Margheritine di Stresa alle Imperialine e Reginette di Omegna, dalla Fugascina di Mergozzo alle Intresine di Intra sino agli Amaretti di Pallanza, piccoli dolci prodotti da realtà locali che si contraddistinguono per il marchio "Piemonte Eccellenza Artigiana". Notabile è anche la coltivazione di agrumi nell'alto Lago Maggiore: limoni, arance, cedri, pompelmi dai quali si realizzano dolci, tè, liquori e marmellate. Tra di essi il Canarone, antico ibrido tra limone e cedro dalle caratteristiche autoctone di Cannero Riviera, si può gustare fresco oppure come marmellata o in scorze candite dal sapore aromatico e leggermente pungente. Sul Lago d’Orta il Pane di San Giulio è un impasto di segale farcito con uvetta e frutta secca, preparato fresco in occasione della festa del santo il 31 gennaio. Nella gastronomia montana il classico pane nero, originario di Coimo in Valle Vigezzo ma prodotto ormai in tutta l’Ossola, arricchito di noci, fichi e uvetta assume la sua versione dolce e diventa il Crescenzin. La torta di pane e latte è poi la tipica torta di montagna realizzata con latte e pane raffermo, l'aggiunta di cacao e uvetta, a guarnire foglie di rosmarino o alloro, e infine cucinata in forno nel tegame in cotto.