Show theater masks
Arte, Cultura & Fede
Laghi

Orta San Giulio - Borgo d'eccellenza

Lago d'Orta

Riconoscimenti
Bandiera Arancione Touring Club Italiano
I Borghi Più Belli d'Italia

Altitudine
294 s.l.m

Santo Patrono
31 gennaio, San Giulio

Giorno di mercato
Mercoledì

Informazioni Turistiche
www.comune.ortasangiulio.no.it

IL BORGO: SCRIGNO DI CULTURA, TRADIZIONI E NATURA
Il nome di Orta deriva dal latino hortus conclusus (giardino chiuso) e dal Medioevo prese il nome di San Giulio dal Santo evangelizzatore. La località è adagiata sul versante occidentale della penisola su cui domina il Sacro Monte di Orta, di fronte alla splendida e mistica Isola di San Giulio. Località lacustre del Lago d'Orta, è definita "di transito" (transition) nell'ambito delle Aree Protette del Ticino e del Lago Maggiore alla sezione "Aree Protette del Lago d'Orta", inserite nel “MAB - Man and the Biosphere”, programma scientifico intergovernativo avviato dall'UNESCO. Orta è anche comune sede della Riserva Naturale Speciale del Sacro Monte di Orta, Patrimonio UNESCO. La felicissima posizione panoramica, le antiche residenze, i palazzi barocchi, il reticolo di graziose vie strette e tortuose digradanti verso il lago la rendono occasione di grande interesse turistico.
Il nucleo del paese è la famosa Piazza Motta, “piazza – salotto” affacciata sul lago con il Palazzotto, il Palazzo della Comunità della Riviera di San Giulio (1582), dove la Comunità si riuniva e amministrava giustizia. Salendo la Motta, tratto di Via Caire Albertoletti, si arriva alla parrocchiale di Santa Maria Assunta (1485, ricostruita nel XVIII secolo), punto culminante della perfetta scenografia barocca. Qui, si possono ammirare la cosiddetta “Casa dei nani” - la più antica casa di Orta - risalente al secolo XV, Palazzo Gemelli - grandiosa costruzione tardo rinascimentale di due corpi affiancati con facciate affrescate con storie mitologiche, Palazzo De Fortis Penotti - oggi Ubertini - costruito nel primo decennio del Settecento. Case decorate, parati murari di antiche pietre splendide cancellate in ferro battuto, giardini segreti: tutto diventa una continua scoperta per il visitatore.
Ci spostiamo al Sacro Monte di Orta, che è situato in una magnifica posizione panoramica ed è un percorso devozionale costituito da 20 cappelle affrescate e arricchite da gruppi statuari a grandezza naturale in terracotta, che illustrano la vita di San Francesco d’Assisi. Il Sacro Monte fu costruito dal 1590. La visita delle cappelle permette la lettura dei vari modelli architettonici ed artistici succedutisi nel tempo.
Passiamo alla rinomata isola: con un perimetro di soli 650 metri, presenta una costruzione più alta edificata sull’antico castello, il Seminario del 1844, oggi abbazia di monache benedettine “Mater Ecclesiae”; non meno grandiosa è la Basilica di San Giulio, fondata nel IV secolo. L’attuale basilica è di impianto romanico, rimaneggiata nei secoli successivi. Dietro l’abside di sinistra si eleva il campanile a bifore e trifore di stile vicino al romanico-lombardo. Di particolare rilievo sono l’Ambone ricavato da un monolito in serpentino grigio-verde di Oira e la cripta con la teca argentea (1697) con le spoglie di San Giulio. Una strada percorre ad anello tutta l’isola, la cosiddetta “Via del Silenzio e della Meditazione” a seconda di come la si percorra.
Infine, vi portiamo alla Torre di Buccione: situata su un colle che domina la parte meridionale del Lago d’Orta, la torre faceva parte di un avamposto militare, la cui prima traccia documentaria risale al sec. XII. La torre, alta 23 metri, aveva funzioni di segnalazione ed è suddivisa in tre impalcati di legno che ne permettevano l’abitazione da parte della guarnigione.
Tra gli eventi più importanti segnaliamo “UTLO – Ultra Trail del Lago d’Orta”, uno degli appuntamenti più amati dai trail runners di ogni parte del mondo. Orta San Giulio è una delle tappe principali del percorso (periodo: ottobre).

ENOGASTRONOMIA TIPICA
Nell’area circostante il Lago d’Orta segnaliamo la Toma del Mottarone, formaggio di diversa stagionatura e dal colore giallo-paglierino delle dolci pendici prealpine. Inoltre, come sugli altri laghi, il protagonista è il pesce d’acqua dolce. Infine, segnaliamo il “Pane di San Giulio”, pane di segale farcito con uvetta e frutta secca, preparato fresco in occasione della Festa Patronale del Santo il 31 gennaio.

OSPITALITA'
www.distrettolaghi.it/ospitalita

ITINERARI TREKKING
Itinerari Slow Trek consigliati: Lago d'Orta: Pella – Orta San Giulio e Lago d’Orta: Raggio d’Oro da Pettenasco a Legro

ITINERARI BIKE
Itinerari Bike consigliati: Anello Azzurro del Lago d’Orta e Giro del Lago d’Orta

ACCESSIBILITA'
Accessibile per persone con mobilità ridotta. Per le persone che utilizzano una sedia a rotelle manuale si consiglia la presenza di un accompagnatore.
Itinerario "For all" consigliato: Lago d'Orta: ORTA SAN GIULIO, PELLA E MADONNA DEL SASSO

ARTIGIANATO LOCALE
Per questo borgo affacciato sul territorio del Lago d’Orta vale la pena citare l’artigianato del legno. In Valle Strona, verde e stretta valle a nord del lago, antica è la pratica della lavorazione artigianale del legno che sfruttava le acque dei torrenti per muovere i torni. Qui si fabbricano ancora, da oltre 50 anni, i celebri Pinocchi (Fornero e Piana di Fornero) oltre a scacchi, segnaposto, cucchiai (Forno) e oggetti per l’arredo casa e la cucina, ecc.

Archivio Fotografico Distretto Turistico dei Laghi
Foto di Marco Benedetto Cerini

Telefono
+39 ( 0)322 911972
Live
Cloudy
Nuvoloso
14,3°
Via Bossi n.11
28016 - Orta San Giulio (VB)

45.79821441025, 8.4056997299194

45.79821441025, 8.4056997299194