print this page

IL PESCE DI LAGO

Nella grande varietà di pesci del Lago Maggiore e del Lago d'Orta, il persico occupa una posizione di tutto rispetto: i suoi filetti possono accompagnare il risotto, essere serviti in carpione oppure venire cucinati fritti o al burro e salvia.
Anche la trota nelle varietà fario, marmorata ed iridea, il salmerino e il gardon sono spesso alla base di ricette tipiche del territorio. Nel lago si trovano poi le alborelle, piccoli pesciolini tradizionalmente serviti fritti durante l'aperitivo o come antipasto. Ma le acque lacustri sono abitate anche dalle specie autoctone di coregone o lavarello, pesce bianco cucinato normalmente intero o a filetti.
Grazie alla grande versatilità del pesce di lago, le preparazioni tradizionali convivono con quelle più creative, in cui spesso è la fantasia dello chef il vero ingrediente segreto del piatto.