Escursionismo e Trekking
print this page

Alpe Gallone e Verdina

Punto di partenza
Ameno, frazione Mirabello m. 520 s.l.m.

Punto di Arrivo
Alpe Gallone m. 760 s.l.m.


Periodo
Primavera, estate, autunno, inverno

Accesso stradale
Uscita di Arona dell’A26 Voltri - Sempione e proseguire per Invorio, Bolzano Novarese (bivio sulla strada per Gozzano), Lortallo e quindi Ameno. Poi indicazioni per le frazioni di oltre-Agogna proseguendo su una stretta strada asfaltata. Superato il ponte sull’Agogna, proseguire sino alla frazione Mirabello dove è possibile lasciare l’auto.

Descrizione dell’itinerario
Lasciata l’auto proseguire lungo la strada asfaltata in salita, che più oltre diventa sterrata, attraversando Mirabello, Tabarino, Cassano. Si prosegue su ampi tornanti, attraversando boschi di conifere sino alla cresta sovrastante la vallata del rio Tessera ed infine la graziosa Cappella del Vago. Quest’ultimo tratto è contrassegnato dal simbolo “V”, che indica l’Alta via del Vergante. Presso la Cappella due paline con i cartelli Cai segnalano vari sentieri numerati. Si prosegue
sempre seguendo l’itinerario principale “V”. Dopo una breve salita, di fronte ad un bosco di betulle, la strada piega a destra. Per raggiungere l’alpe Verdina si può qui scegliere fra due soluzioni: proseguire lungo la strada per altri 10 minuti sino ad un grande castagno con l’indicazione dell’Alpe, oppure attraversare il bosco di betulle e poi, a vista su pratoni e tracce di sentiero raggiungere la Verdina, con vista stupenda. Per il rientro si torna al punto in cui si accennava alla duplice possibilità per raggiungere la Verdina. Qui si prosegue ora per il sentiero
U1 - S1, lasciando sulla destra i ruderi dell’alpe Cascinone. Passato il bivio con il sentiero S2, si abbandona poi anche l’S1 proseguendo sempre sull’U1. Il percorso attraversa fitti boschi di castagni, querce e betulle tra le varie vallette che discendono verso il rio del Vago. Dopo una breve discesa, ci si trova di fronte ad una vecchia casera fronteggiata da uno stupendo agrifoglio. Da qui il sentiero raggiunge in breve la frazione Sculera. Il sentiero prosegue poi perdendo quota rapidamente sino alla frazione di Tacchino da dove in breve si ritorna a Mirabello.

Informazioni turistiche
Fondazione Calderara: Via Bardelli 9, fraz. Vacciago - 28010 Ameno
Tel. 0323 89622 (Ecomuseo Cusius) - www.lagodorta.net
Ufficio Turistico di Orta San Giulio: Via Panoramica - 28016
Tel. 0322 905163 -

Noleggio attrezzatura: www.montagnamente.it - 320 2215962

CONTATTA DIRETTAMENTE L'UFFICIO TURISTICO DI ORTA SAN GIULIO CLICCANDO QUI

E