Venerdì, Settembre 18, 2020 - Venerdì, Novembre 6, 2020
print this page

"Vado a Teatro!", 8° edizione: tornano gli appuntamenti di teatro contemporaneo presso il Teatro degli Scalpellini di San Maurizio d'Opaglio, con la Compagnia delle Selve!

PRONTO IL PROGRAMMA DELLA OTTAVA EDIZIONE DI VADO A TEATRO!

Dal 18 settembre 2020 torna "Vado a Teatro!" 8° edizione, la stagione di teatro contemporaneo d’arte al Teatro degli Scalpellini di San Maurizio d'Opaglio, organizzato dal Teatro delle Selve con la direzione artistica di Franco Acquaviva.

Questa edizione, a causa dei noti problemi sanitari, è divisa in due parti o atti teatrali veri e propri: il primo si svolgerà dal 18 settembre al 6 novembre. Il secondo a partire dai primi mesi del 2021 e fino alla primavera inoltrata.

Il primo atto prevede 5 spettacoli, sempre alle ore 21, al Teatro degli Scalpellini, di cui due nuove proposte e tre recuperi della stagione 2019-20.

I recuperi sono:
>venerdì 25 settembre, PICCOLO CANTO DI RESURREZIONE, uno spettacolo-concerto-rito, cantato a cappella e recitato da cinque straordinarie performer, vincitore de I TEATRI DEL SACRO 2018;
>venerdì 16 ottobre, COMBATTENTI, testo del pluripremiato drammaturgo RENATO GABRIELLI, commissionato e prodotto dal TEATRO PERIFERICO;
>venerdì 30 ottobre, MY SWEET GEORGE, il cui debutto è stato più volte rimandato a causa della pandemia, nuova produzione del TEATRO DELLE SELVE, per i 50 anni di My Sweet Lord, la celebre canzone di George Harrison.

Le novità invece vedono ben due omaggi alla città teatrale per eccellenza: quella Napoli il cui carisma artistico riaffiora periodicamente.
Questi gli appuntamenti:
>venerdì 18 settembre, a inaugurazione della stagione, è PULCINELLESCO, carrellata sulla figura di Pulcinella, con la tecnica di improvvisazione straordinaria di un’originale interprete della Commedia dell’Arte come VALERIO APICE, testimonial di quest’arte italiana anche in contesti internazionali di rilievo.
>venerdì 6 novembre, NAPOLI ’70 è l’ occasione per la compagnia CHILLE DE LA BALANZA con il suo inesausto mattatore CLAUDIO ASCOLI, già apprezzata presenza agli Scalpellini, per raccontare l’Italia degli ultimi 50 anni a partire dalla storia artistica e sociale di quella città e di una generazione di artisti e intellettuali che ha cambiato la storia dello spettacolo italiano.

Il secondo atto vede 6 titoli, le cui date sono ancora in via di definizione.

I temi degli spettacoli sono la montagna, con LA CONQUISTA DEL CERVINO, di un grade narratore-attore come ROBERTO ANGLISANI; la sostenibilità ambientale; il teatro comico di tradizione clownesca; un omaggio teatrale a EDITH PIAF di un gruppo storico della ricerca teatrale italiana come il TEATRO POTLACH; la storia meno nota del celebre ciclista GINO BARTALI, che fu membro di una rete clandestina che salvò più di 800 ebrei italiani dalla deportazione nei lager nazisti, in uno spettacolo firmato LUNA&GNAC; il ritorno del poeta maledetto DINO CAMPANA nel nuovo lavoro del TEATRO DELLE SELVE; uno spettacolo dal titolo tenchiano di VEDRAI, VEDRAI del TEATRO DUE MONDI, per parlare di donne e lavoro; un film-documentario, IL CIELO SOPRA KIBERA, nel settecentenario della morte di DANTE ALIGHIERI, dove la Divina Commedia è riletta dal punto di vista di un gruppo di 150 ragazzi dell’immenso slum di NAIROBI, in Kenja, guidati in un’esperienza teatral-cinematografica totale da uno dei registi drammaturghi italiani più grandi del momento, più volte premio UBU, MARCO MARTINELLI del TEATRO DELLE ALBE, che presenterà e commenterà il film; e altro ancora in via di definizione.

Ricomincia anche la rassegna parallela TRIANGOLAZIONI DI PENSIERO che, in attesa di poter recuperare i due incontri sospesi la primavera scorsa, rilancia intanto con un autore come STEFANO BETTERA il quale, venerdì 23 ottobre, alle 21, sempre al Teatro degli Scalpellini, con ingresso gratuito, ci racconta la figura del Buddha a partire dal suo ultimo libro IL BUDDHA ERA UNA PERSONA CONCRETA, Rizzoli, 2020.

Per tutti gli spettacoli, biglietto unico euro 12

AVVERTENZA PER GLI ABBONATI DELLA STAGIONE SCORSA: I biglietti precedentemente acquistati sono sostituiti da voucher, previa prenotazione obbligatoria. Info al numero 339 3117032 o alla mail

L’accesso al teatro e la disposizione del pubblico saranno regolati secondo le norme di sicurezza attualmente in vigore per i luoghi di pubblico spettacolo.
La capienza sarà fortemente ridotta, per questo motivo è obbligatoria la prenotazione al numero 339 3117032 o alla mail