Giovedì, Luglio 15, 2021 - Domenica, Settembre 5, 2021
print this page

Torna la magia di Stresa Festival, dal 15 al 24 luglio e dal 19 agosto al 5 settembre: "come un bosco, il Festival respira e regala aria buona".

“Come un bosco, il Festival respira e regala aria buona. Come un bosco, il Festival cresce trasformandosi di anno in anno. Come un bosco, il Festival invita alla scoperta delle sue ricchezze, antiche e nuove.”

Le parole del nuovo Direttore Artistico Mario Brunello introducono il simbolo del sessantesimo Stresa Festival 2021, gli alberi, che nei boschi e nei giardini donano vita e bellezza e sono i silenziosi artisti protagonisti dello splendido paesaggio di Stresa e del Lago Maggiore. Per questa edizione del Festival, pur nata sotto l’imprevedibilità dei tempi che stiamo vivendo, abbiamo chiesto agli artisti oltre alla loro musica anche un po’ del loro tempo, per addentrarsi alla scoperta del territorio, dell’arte, della natura, insieme al nostro pubblico. Una passeggiata, una chiacchierata informale, una specie di rallenty per riassaporare le emozioni della musica attraverso gli occhi e le parole degli artisti.
La grande musica e i grandi interpreti di Stresa Festival quest’anno avranno l’opportunità di conoscere e frequentare, oltre alle ricchezze naturali del territorio, anche i luoghi dove si produce un’altra bellezza, dove il lavoro crea arte, dove ogni giorno si inventa il futuro. La Herno di Claudio Marenzi, che ha offerto con entusiasmo i suoi spazi, è una di queste ricchezze del territorio. Il centro logistico di Lesa sarà la nuova, inusuale sala da concerto in cui si potrà ascoltare la musica, là dove le creazioni del marchio partono per raggiungere e diffondersi in tutto il mondo.
Un altro laboratorio di creatività che ospiterà uno degli Album (gli appuntamenti di incontro con gli artisti) sarà Il Chioso di Angera, il magico atelier del grande architetto Michele De Lucchi, che quest’anno ha progettato per il Festival di Stresa una conchiglia lignea concepita come una cassa armonica che ospiterà i musicisti per performance all’aperto.

I temi del Festival
Quest’anno tutto il mondo celebra anniversari di artisti che hanno segnato la storia, Dante in primis e poi Stravinsky, Piazzolla, Saint-Saëns.
A due giovani donne il “la” del Festival di agosto: Nil Venditti, 25 anni, di impressionante carisma, dirigerà la Stuttgarter Kammerorchester inaugurando il Festival con Stravinsky, mentre Alexandra Dogvan è la quattordicenne solista nel Secondo concerto di Beethoven. Petruchka, il Pulcinella russo, una delle più celebri pagine di Stravinsky, sarà danzato dai burattini del Teatro Habanera nella versione per pianoforte a quattro mani con Mariangela Vacatello e Alessandro Taverna, mentre ancora una versione per settimino di Petruchka, accostato alle Sonate da camera di Debussy, sarà interpretata da Lorenza Borrani con un gruppo di straordinari musicisti da tutta Europa.
Ancora Stravinsky con Beatrice Rana nei Tre Movimenti da Petruchka per pianoforte, ma anche nella Sagra della Primavera e nel Pulcinella insieme a Andrea Obisio al violino e Massimo Spada pianista, per uno spettacolo di musica e danza insieme a star della danza internazionale, Sasha Riva, Simone Repele, Sergio Bernal, Miriam Mendoza, Matteo Miccini che per l’occasione indosseranno i costumi originali della prima rappresentazione disegnati da Picasso.
Daniele Gatti porterà per la prima volta al Festival l’Orchestra Nazionale dell’Accademia di Santa Cecilia iniziando il suo programma con un altro capolavoro di Stravinsky, la musica per balletto Apollon Musagete e, per restare nell’Olimpo, la Sinfonia Jupiter di Mozart per chiudere il Festival 2021.
I temi popolari che hanno ispirato Stravinsky saranno oggetto di improvvisazioni di artisti come Uri Caine o dei giovani astri nascenti Enrico Zanisi e Alessandro Lanzoni, mentre Stefano Bollani con Jesus Christ Superstar e Gonzalo Rubalcaba si misureranno con le loro geniali invenzioni. Sempre per il jazz ci sarà una rivisitazione dei Lieder di Schubert con Rosemary Standley e l’Ensemble Contraste. Concluderà gli eventi di luglio la celebrazione in onore di Dante, con le letture di Alessandro Baricco, sospeso sulla magia delle acque del Lago Maggiore.
L’irresistibile vena malinconica della musica di Piazzolla sarà affidata a Gidon Kremer che ha portato con grande convinzione e successo Piazzolla nei suoi concerti in tutto il mondo assieme alla Kremerata Baltica, strepitosa squadra di talenti. E chi meglio di Pablo Ziegler, pianista del Quintetto di Piazzolla può rivelare i segreti del Nuevo Tango, in un programma sinfonico con la giovane, sorprendente Orchestra Senzaspine e il sax di Marco Albonetti. Ma le più celebri pagine di Piazzolla saranno il cuore del programma di Anna Tifu Tango Quartet, presentate in un contesto particolarissimo e nuovo per il Festival, il capannone industriale della Herno. Ma non avremo solo Piazzolla. Anche la musica rinascimentale sarà presente con le voci dell’Orlando Consort, in un concerto itinerante al Sacro Monte di Ghiffa mentre le Suite di Bach per violoncello per la prima volta saranno affrontate nell’intero ciclo dal genio spiazzante di Giovanni Sollima. Un programma tutto di musica americana sarà quello proposto dai quattro violoncelli di Ô-Celli che ascolteremo sulla bellissima terrazza dell’Isola Bella.
Il Festival da quest’anno vuole porre una particolare attenzione all’ambiente e all’ecologia ed ospiterà alcuni eventi che avranno un particolare legame con questi temi: interessante sarà il dialogo a distanza di quasi tre secoli tra un Vivaldi “rockettaro” che dà vita ai suoni della natura del ‘700 con le sue celeberrime Quattro Stagioni con i Solisti Aquilani e la band napoletana Bungt & Bangt di Maurizio Capone che suona strumenti costruiti con materiale riciclato, dando vita a un rock ecologico.
Avremo poi il Vision String Quartet, giovani di Berlino che suonano il grande repertorio quartettistico a memoria, concludendo i loro concerti con improvvisazioni jazzistiche e Fazil Say, ormai uno dei più grandi nomi della musica del nostro tempo, in un programma a specchio nella musica francese tra antico e moderno.

Il passaggio di testimone
Il 27 Agosto del 1962 l’Orchestra del Teatro alla Scala inaugurava la prima edizione delle Settimane Musicali di Stresa. Quest’anno, nello stesso giorno, Gianadrea Noseda dopo venti indimenticabili anni come direttore artistico del Festival, dirigerà l’Orchestra della Scala nella Prima Sinfonia di Brahms, proprio come accadeva sessanta anni fa, passando simbolicamente il testimone a Mario Brunello, solista nel Concerto di Saint-Saëns.

PROGRAMMA:

15-24 luglio

Giovedì 15 luglio, ore 21:00
Verbania, Il Maggiore
Gonzalo Rubalcaba & Aymée Nuviola Band
Viento Y Tiempo

Venerdì 16 luglio, ore 21:00
Stresa, Lungolago La Palazzola, Palco acustico
Uri Caine, pianoforte
Birds On Fire

Sabato 17 luglio, ore 21:00
Stresa, Lungolago La Palazzola, Palco acustico
Stefano Bollani, pianoforte
Piano Variations on Jesus Christ Superstar

Domenica 18 luglio, ore 21:00
Stresa, Lungolago La Palazzola, Palco acustico
Enrico Zanisi, Alessandro Lanzoni, pianoforte
Variations on Petrouchka
I concerti presso il Lungolago La Palazzola si terranno sul Palco acustico
progettato da AMDLCircle e dall’architetto Michele De Lucchi.

Martedì 20 luglio, ore 21:00
Stresa, Palazzo dei Congressi
Rosemary Standley, canto
Ensemble Contraste
Schubert in love

Venerdì 23 luglio, ore 21:00
Stresa, Isola Bella, terrazza dell’isola
Alessandro Baricco legge Dante

Sabato 24 luglio, ore 21:00
Stresa, Isola dei Pescatori
Aleksandr Malofeev, pianoforte
19teen
N. MEDTNER, Melodie Dimenticate I, op. 38
S. RACHMANINOFF, Sonata per pianoforte n. 1 in re min. op. 28
A cura degli studenti del liceo musicale P.Gobetti di Omegna

19 agosto – 5 settembre

Giovedì 19 agosto, ore 20:00
Stresa, Palazzo dei Congressi
Alexandra Dovgan, pianoforte
Stuttgarter Kammerorchester
Nil Venditti, direttrice
I. STRAVINSKIJ, Danze concertanti
L.V. BEETHOVEN, Piano concerto n. 2 op. 19
S. PROKOF'EV, Sinfonia n. 1 “Classica”
Concerto inaugurale

Venerdì 20 agosto, ore 18:00
Ghiffa, Sacro Monte
Orlando Consort
“La rosa, il giglio e il mirtillo.
Musiche di MACHAUT, CICONIA, DESPREZ, AGRICOLA, BRUMEL, GOMBERT
ore 15:00, escursione al Sacro Monte di Ghiffa

֎ Album
Sabato 21 agosto, ore 11:00 – Giardini di Villa Taranto
Incontro con Orlando Consort

Sabato 21 agosto, ore 20:00
Stresa, Palazzo dei Congressi
Kremerata Baltica & Gidon Kremer
Hommage à Astor Piazzolla
A. PIAZZOLLA, Tres minutos con la Realidad
A. PIAZZOLLA / A. PUSHKAREV, Suite Punta del Este
A. PIAZZOLLA, Tristeza de un doble A
P. A. GLORVIGEN, Tango Funèbre
A. PIAZZOLLA / J.BRAGATO, Vardarito
A. PIAZZOLLA / A. PUSHKAREV, Little Italy; Fuga y Misteria da Maria de Buenos Aires

֎ Album
Domenica 22 agosto, ore 10:30
Stresa, Hotel La Palma Sky Bar
Incontro con Gidon Kremer

Domenica 22 agosto, ore 20:30
Stresa - Isola Bella, terrazza coda dell'isola
Ô-Celli
Musiche di GERSHWIN, PRICE, COPLAND, BERNSTEIN

Martedì 24 agosto, ore 20:30
Stresa - Isola Madre, Loggia del Cashmere
Vision String Quartet
R. SCHUMANN, Quartetto per archi in la magg. n. 3 op. 41
M. RAVEL, Quartetto per archi in fa magg.

֎ Album
Mercoledì 25 agosto, ore 11:00
Stresa, Chiesa dell’Isola dei Pescatori
Incontro con Vision String Quartet
Minus one e musicisti amatoriali

֎ Album
Mercoledì 25 agosto, ore 11:30
Stresa, Palazzo dei Congressi
Incontro con Habanera Teatro
riservato ai ragazzi fino a 15 anni con un accompagnatore

Mercoledì 25 agosto, ore 20:00
Stresa, Palazzo dei Congressi
Mariangela Vacatello, Alessandro Taverna, pianoforte a quattro mani
Habanera Teatro
J.S. BACH / M. REGER, Concerto brandeburghese n. 5 BWV 1050
I. STRAVINSKIJ, Petrouchka

Giovedì 26 agosto, ore 18:00
Stresa, Palazzo dei Congressi – Sala Camelia
Il racconto del concerto, a cura di Giovanni Bietti
Conferenza

Giovedì 26 agosto, ore 20:00
Stresa, Palazzo dei Congressi
Fazil Say, pianoforte
J.P. RAMEAU, Le rappel des oiseaux;
Tambourin; L'Indifferente; La Poule
M. RAVEL, Miroirs
F. COUPERIN, dal Quarto Libro di Pièces de Clavecin: 21° Ordre: I .La Reine des Coeurs / II. La Bondissante / III. La Couperin / IV. La Harpée / V. La Petite Pince-sans-rire
C. DEBUSSY, Suite Bergamasque

Venerdì 27 agosto, ore 11:00
Stresa, Giardino Botanico Alpinia
Il racconto del concerto, a cura di Giovanni Bietti
Conferenza

Venerdì 27 agosto, ore 20:00
Stresa, Palazzo dei Congressi
Mario Brunello, violoncello
Filarmonica della Scala
Gianandrea Noseda, direttore
C. SAINT-SAËNS, Concerto per violoncello n. 1 in la min. op. 33
J. BRAHMS, Sinfonia n. 1 in do min. op. 68

֎ Album
Sabato 28 agosto, ore 18:00
Angera, Il Chioso Atelier dell’arch. Michele De Lucchi
Incontro con Mario Brunello e Gianandrea Noseda
Il palco acustico di Michele De Lucchi

Sabato 28 agosto, ore 21:00
Verbania, Il Maggiore
I Solisti Aquilani
Daniele Orlando, violino di spalla e direttore
Capone & BungtBangt
Venezia 1700 – Napoli 2000
A. VIVALDI, Le Quattro stagioni

֎ Album
Domenica 29 agosto, ore 9:30 / 11:30
Stresa, Imbarcadero
In crociera con I Solisti Aquilani

Domenica 29 agosto, ore 20:00
Stresa, Palazzo dei Congressi
Pablo Ziegler, pianoforte
Mario Brunello, violoncello
Marco Albonetti, sax
Orchestra Senzaspine
Tommaso Ussardi, direttore
Hommage à Piazzolla
Musiche di ZIEGLER, PIAZZOLLA

֎ Album
Lunedì 30 agosto, ore 6:30
Campino di Stresa, Alpe Ordine
Incontro con i musicisti di Orchestra Senzaspine
Saluto musicale all’alba

֎ Album
Lunedì 30 agosto, ore 13:00
Stresa, Isola dei Pescatori Ristorante Italia
Incontro con Pablo Ziegler

Martedì 31 agosto, ore 20:00
Verbania, Chiesa di Madonna di Campagna
Giovanni Sollima, violoncello
J. S. BACH, Suite per violoncello solo (I)
n. 1 in sol magg. BWV 1007
n. 2 in re min. BWV 1008
n. 3 in do magg. BWV 1009

֎ Album
Mercoledì 1 settembre
In battello all’Eremo di S. Caterina del Sasso
Incontro con Giovanni Sollima

Mercoledì 1 settembre, ore 20:00
Verbania, Chiesa di Madonna di Campagna
Giovanni Sollima, violoncello
J.S. BACH, Suite Bach per violoncello solo (II)
n. 4 in mi bem. magg. BWV 1010
n. 5 in do min. BWV 1011
n. 6 in re magg. BWV 1012

Giovedì 2 settembre, ore 17:30
Stresa, Palazzo dei Congressi – Sala Camelia
Luca Mosca racconta Petrouchka
Conferenza

Giovedì 2 settembre, ore 20:00
Stresa, Villa Pallavicino
Lorenza Borrani, violino
Simone Jandl, viola
Ursina Braun, violoncello
Clara Andrada, flauto
Miriam Caldarini, clarinetto
Gabriele Carcano, pianoforte
Sivan Magen, arpa
I. STRAVINSKIJ, Petrouchka - trascrizione per ensemble di Yuval Shapiro
C. DEBUSSY, Sonata per violino e pianoforte; Sonata per violoncello e pianoforte; Sonata per flauto, viola e arpa

֎ Album
Venerdì 3 settembre, ore 11:00 - Orridi di Uriezzo
Incontro con Lorenza Borrani
Escursione accompagnata da Itinerarium

Venerdì 3 settembre, ore 18:00
Stresa, Regina Palace Hotel
Tutta La Sagra della Primavera minuto per minuto
Luca Mosca presenta il capolavoro di Stravinskij - Conferenza

Venerdì 3 settembre, ore 20:00
Stresa, Palazzo dei Congressi
Beatrice Rana, pianoforte
Andrea Obiso, violino
Massimo Spada, pianoforte
Sergio Bernal, Davide Dato, Miriam Mendoza, Simone Repele, Sasha Riva, danzatori
Coreografie di Sergio Bernal, Simone Repele e Sasha Riva, Uwe Scholz
Costumi di Anna Biagiotti, alcuni ricostruiti dai bozzetti originali di Pablo Picasso
a cura di Daniele Cipriani
consulenza musicale di Gastón Fournier-Facio
“Stravinsky’s Love”
I. STRAVINSKIJ
Suite italienne n. 2 da Pulcinella (1933), trascrizione originale per violino e pianoforte
Tre Movimenti dal Petrushka (1921-22), per pianoforte solo
Prima assoluta, creazione per Stresa Festival
La Sagra della Primavera (1913), versione originale per pianoforte a quattro mani

֎ Album
Sabato 4 settembre, ore 10:30 – Giardini di Villa Taranto
Incontro con Beatrice Rana e Massimo Spada

֎ Album
Sabato 4 settembre, ore 13:00 - Campino di Stresa Ristorante La Rampolina
Le ricette di Beatrice Rana e Massimo Spada

Sabato 4 settembre, ore 20:00
Lesa, Logistica Herno
Anna Tifu Tango Quartet
Piazzolla, lo spettacolo anniversary
G. BIZET / P. DE SARASATE, Carmen Fantasy
A. PIAZZOLLA, Michelangelo ’70; Adios Nonino; Escualo; La Milonga del Angel; La Muerte del Angel
F. FURIA, Vals Jazz
R. SCACCIA, Sardinian Tango
A. PIAZZOLLA, Fuga y Misterio; Tristezas di un doble A

֎ Album
Domenica 5 settembre
Stresa, tRegina Palace Hotel
Incontro con Daniele Gatti
Musica e motori

Domenica 5 settembre, ore 20:00
Stresa, Palazzo dei Congressi
Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Daniele Gatti, direttore
I. STRAVINSKIJ, Apollon Musagete
W.A. MOZART, Sinfonia n. 41 in do magg. K 551 “Jupiter”