Venerdì, Agosto 10, 2018
print this page

DIGA DEL SABBIONE - "Musica in quota: FuturArkestra Orchestra Bislacca"

Musica in quota rappresenta ormai uno dei festival più amati e seguiti delle Alpi e viene organizzato dall'omonima associazione con il patrocinio di numerosi enti locali e con il contributo di fondazioni e sponsor privati: sono incontri tra musica e natura, tra passione per le sette note e amore per la montagna. In calendario, anche questa estate, una lunga serie di escursioni in musica, tutte gratuite e con esperte guide escursionistiche, che culminano con esibizioni coinvolgenti e sempre diverse: dal pop al canto popolare, dalla classica al jazz.
Alle ore 11.30 concerto della FuturArkestra Orchestra Bislacca composta da:
EDOARDO CASSARO, flauti, voce e percussioni
GIULIO PEDRANA, chitarra e cetra
GABRIELE ARTUSO, contrabbasso, flauti e kazoo
Visionari, rutilanti e tessitori di trame sonore e non solo. La musica della FuturArkestra fluttua nell’aria in un mix di lunghe composizioni strumentali, in parte costituite da brani originali, in parte riarrangiate unendo oscure colonne sonore con ironia e buon umore. Nel 2014 la FuturArkestra realizza il primo disco, “Il Pelato, l’Iperteso e lo Smemorato”. Nello stesso anno, è in tour in Centro Italia, alternando concerti tradizionali a spettacoli busker e intessendo una collaborazione live con una recente e unica realtà, i Teatri di Paglia, prosegue la sua attività in Trentino, Emilia, Toscana, Piemonte con concerto su zattera a 2000 m di altitudine.
Ritrovo: ore 7.30 parcheggio a Riale
Dislivello: 750 m circa
Tempo percorrenza: 2h 30’ (soste escluse)
Guida Ambientale Escursionistica:
Arianna Bertoni 347 9103100 – Associazione “AccompagNatur”
N.B.: L’escursione si sviluppa per un discreto sviluppo e dislivello, pertanto si consiglia la partecipazione a persone allenate e abituate alla frequentazione della montagna.
Partendo dalla frazione di Riale, piccolo e pittoresco insediamento Walser, si raggiunge la diga di Morasco, sotto le cui acque si nasconde la storia di un altro villaggio al confine del cielo, sacrificato alle necessità del progresso. Di qui si prosegue verso il passo del Gries, al bivio per l’alpe Bettelmatt prenderemo il sentiero G39 che si innalza ripido sino a raggiungere la pietraia, lentamente ci porteremo in vista dell’invaso più capiente del Piemonte… il lago del Sabbione.
Pranzo al sacco.
In alternativa è possibile usufruire dei servizi del “Rifugio CAI Somma Lombardo”. Per info e prenotazioni: 347 8457045 oppure

; www.caisomma.com.

In caso di maltempo, l'escursione e il concerto sono annullati.