Venerdì, Ottobre 19, 2018 - Sabato, Giugno 1, 2019
print this page

Dal 19 ottobre 2018 a giugno 2019, torna la 6° edizione di "Vado a Teatro!" la stagione di teatro contemporaeo d’arte presso il Teatro degli Scalpellini di San Maurizio d'Opaglio!

Quella del 2018-19 sarà una stagione di spettacoli ed eventi collaterali all’insegna, come sempre, del teatro e della performance d’arte, con alcune nomi noti del teatro italiano, con altre proposte più atipiche che attestano la grande attenzione che la direzione artistica rivolge alle sperimentazioni in ambito multidisciplinare, alla nuova danza e alla nuova drammaturgia.

Si comincia il 19 ottobre con un volto molto noto come quello di Tullio Solenghi, che con Decameron. Un racconto italiano in tempo di peste, mette in scena, con la regia di Sergio Maifredi e il sostegno del Teatro Pubblico Ligure, un’operazione di intrigante avvicinamento alla sensibilità contemporanea del capostipite della narrativa italiana. Il progetto si avvale del patrocinio dell’Ente Nazionale Boccaccio.

Si prosegue il 26 ottobre con E non mai più la guerra un progetto dedicato ai canti della Grande Guerra con una cantante come Sandra Mangini, formatasi alla scuola di Giovanna Marini, con lo storico-narratore Cesare Bermani e il batterista Michele Troncon. Con il sostegno di ANA sezione Cusio-Omegna.

Il 9 novembre è un omaggio a Don Milani e al suo Lettera a una professoressa da parte della compagnia Chille de la Balanza.

Il 16 novembre si prosegue con lo spettacolo di Tangram Teatro su testo di Alessandro Perissinotto, prodotto dal Teatro Nazionale-Stabile di Torino: Torino 1968-78. Quello che l’acqua nasconde;

Si approda, il 30 novembre, alla fine della prima parte del programma, con una presenza prestigiosa: quella dell’attore e regista Massimiliano Civica (più volte premio UBU, docente di alta formazione in recitazione all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico di Roma) che con Parole imbrogliate racconta vita, aneddoti e detti memorabili del grande Eduardo De Filippo.

Si riprende il 19 gennaio con un altro volto noto al grande pubblico, Ugo Dighero in Ma mai nessuno la baciò sulla bocca, esilarante e virtuosistico pezzo d’attore su testo indedito di Stefano Benni, dello stesso Dighero e di Marco Melloni.

Si passa poi, il 15 febbraio, a una proposta di teatro-scienza con lo spettacolo-esperimento-conferenza dedicato a Nikola Tesla di Masque Teatro. Nikola Tesla. Lectures vede in scena insieme all’ingegnere-attore Lorenzo Bazzocchi le celebri macchine che permisero allo scienziato serbo di riprodurre, all’inizio del XX secolo, per la prima volta nella storia, il fulmine in laboratorio e di usarlo per produrre energia elettrica.

Si continua il 1° marzo con Nostos, il teatro-danza-circo del Duo Circadi;
il 16 marzo con il Macbeth banquet del Teatro Invito, da Shakespeare, dove l’antro di una cucina, con coltelli, carne e vino liberamente usati dall’attore Luca Radaelli come sostegni plastici del racconto, diventa teatro della macabra e tragica vicenda a tutti nota.

Si giunge al culmine con la presenza di un altro volto noto al grande pubblico: Ettore Bassi, che con Il sindaco pescatore, il 30 marzo, racconta la storia di un martire di questa nostra Italia dei disastri: Angelo Vassallo, sindaco di Pollica, nel Cilento, ucciso nel 2010 per il suo impegno a difesa dell’ambiente della propria terra. Lo spettacolo vedrà collaborare attivamente sulla scena insieme al celebre attore alcuni ragazzi delle locali scuole medie e superiori.

La stagione si concluderà con la nuova produzione del Teatro delle Selve, il 27 aprile; in scena Franco Acquaviva con uno spettacolo tratto dal libro di Giacomo Verri Racconti partigiani, in occasione del 74° anniversario della Liberazione dal nazifascismo.

Ci saranno inoltre le matinée per le scuole: due repliche di Nikola Tesla. Lectures e due repiche di A cup of tea with Shakespeare, spettacolo in lingua inglese per le scuole superiori, del Charioteer Theatre.

Altri eventi costelleranno come di consueto la stagione, anche in collaborazione con il Museo del Rubinetto. Ci saranno la presentazione del nuovo libro di Chandra Livia Candiani, incontri teatral-letterari con Laura Pariani e Nicola Fantini; artistici col grafico Bruno Biffi; filosofico-spirituali con la Comunità Ananda di Assisi.

Last but not least, a gennaio 2019 verrà emesso il bando per la terza edizione del premio nazionale di drammaturgia Scena&Poesia, realizzato in collaborazione con Ladolfi Editore, e la rivista di poesia Atelier.

La politica dei prezzi del Teatro degli Scalpellini vuole facilitare al massimo l’accessibilità agli spettacoli di tutte le fasce di cittadini. In quest’ottica si può leggere la proposta di stabilire un costo unico per biglietto di 10 euro, e di offire l’abbonamento a 8 spettacoli al costo complessivo di 48 euro (6 euro a spettacolo)

E’ possibile prenotare gli abbonamenti inviando una mail a

La stagione è sostenuta da: Fondazione Piemonte dal Vivo-Ministero per i Beni e le Attività Culturali-Regione Piemonte, Istituzione Museo del Rubinetto, comune di San Maurizio d’Opaglio.
In collaborazione con la rassegna Concentrica e con ANA sezione Cusio-Omegna.