Martedì, Luglio 27, 2021 - Domenica, Agosto 1, 2021
print this page

CREVOLADOSSOLA - Nextones

XV edizione
Il Festival Tones on the Stones si trasforma e presenta
TONES Teatro Natura - Uno spazio, un progetto, una visione, suoni, idee e natura in un teatro di pietra in Val d'Ossola.

NEXTONES
Tra il 27 luglio e il 1° agosto torna invece Nextones, il Festival internazionale nato nel 2014, che alla sua tradizionale identità sperimentale nel campo dell'arte audiovisiva e della musica elettronica incorpora da quest’anno lo spirito di ricerca e di indagine sul territorio di Before and After.

27 luglio
nello straordinario scenario di Ghesc dove la compositrice e producer torinese Sara Berts presenterà live il suo EP Ayni – ispirato ai concetti di guarigione e redenzione e concepito nella foresta amazzonica peruviana durante il primo lockdown – facendo risuonare le case abbandonate del borgo medievale dei suoni della foresta sudamericana.

28 luglio
ci si sposta negli Orridi di Uriezzo: in questo scenario mozzafiato la musicista e sound artist giapponese Tomoko Sauvage si esibirà in Waterbowls.
Lo stesso giorno, presso la foce del fiume Toce, si potrà partecipare al progetto site specific della sound artist australiana Felicity Mangan, in collaborazione con Radio Safari, per esplorare metodo e tecnologia dell’ascolto a partire dall’analisi dell’ecosistema del fiume; e al workshop del geologo e guida alpina Michele Colmi con il suo Collettivo Vendül, che offrirà ai partecipanti un vero elogio all’insicurezza, per vivere ogni momento all’insegna dell’incerto e della sorpresa, per facilitare l’incontro con luoghi ancora integri della montagna e per riconoscere nel sistema complesso della natura la fonte del nostro benessere e della nostra salute.

30 luglio
si ritorna a Tones Teatro Natura per la prima italiana di Conference of Trees, live del compositore Pantha du Prince, in cui l'artista, affiancato da un ensemble di percussioni e utilizzando strumenti in legno creati a mano da lui, traduce la comunicazione degli alberi in un impressionante viaggio sonoro. Conference of Trees riflette sulle conseguenze della nostra interazione con la natura e del rapporto distruttivo con gli ecosistemi.

31 luglio
prima mondiale – sempre nel teatro naturale di Oira – dell’opera multimediale The End of the World, firmata dal pianista ucraino Lubomyr Melnyk, con la violoncellista canadese Julia Kent e il collettivo torinese SPIME.IM. L’opera è una celebrazione della bellezza del Pianeta ma anche una drammatica rappresentazione artistica del disastro ecologico e della condotta autodistruttiva del genere umano. La serata si chiuderà con il dj set ipnotico ed estatico della dj e producer Adiel, resident del GOA di Roma.

1 agosto
Nextones si chiude a Ghesc con la performance Odissea del Ritmo extended djset di Tamburi Neri, progetto basato sui racconti creati dalla lucida follia di Andrea Barbieri e sulla composizione musicale di Claudio Brioschi: un lungo vortice di emozioni e poesia che animerà il villaggio medievale. Nextones è realizzato in co-produzione con Threes Productions, agenzia creativa che opera a livello internazionale nel campo della sostenibilità culturale.

Programma e biglietteria online: www.tonesonthestones.com
Info: