1 - 3 Set

CREVOLADOSSOLA fraz. Oira - Tones Teatro Natura: Campo Base Festival 2023

Il futuro del Pianeta e i grandi conflitti del presente. La valorizzazione della creatività giovanile e del territorio e gli appuntamenti con grandi artisti nazionali e internazionali. Tones Teatro Natura si accinge ad inaugurare la propria stagione all'interno del meraviglioso spazio naturale ricavato nell'ex Cava di Oira (Crevoladossola, VB), con una serie di imperdibili appuntamenti in calendario dal 10 giugno al 3 settembre, organizzati da Fondazione Tones on the Stones.

Lo sguardo della Fondazione quest'anno si rivolge con una rafforzata sensibilità alle nuove generazioni, grazie a Ri-GenerAzioni, un innovativo progetto educational al via il 12 aprile e realizzato con il sostegno di Fondazione Cariplo e Fondazione Compagnia di San Paolo. Tones Teatro Natura ospiterà nella nuova area workshop coinvolgenti attività pensate per oltre 700 studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado del Verbano-Cusio-Ossola.

Dai workshop per scoprire la biodiversità locale agli approfondimenti creativi sulla pratica del riuso, dal teatro sociale per la consapevolezza ai laboratori sull’economia circolare e sui valori dell’Agenda 2030 fino alle pratiche outdoor per il benessere psicofisico e agli eventi aggregativi per studenti e famiglie. Un calendario fittissimo, tra aprile e maggio, porterà studenti ed insegnanti di 13 scuole e 37 classi a confrontarsi all'interno di un luogo speciale, nel cuore delle montagne della Val d'Ossola, grazie alla rete del progetto orientativo provinciale “Ricomincio da me”.

Da venerdì 1 a domenica 3 settembre 2023

Natura, Esplorazione, Comunità: Campo Base esplora il rapporto tra uomo e natura, i temi legati alla cultura della montagna e dell’outdoor.

Il Festival propone pratiche di riconnessione con l’ambiente naturale per affermarne la centralità nell’esperienza umana. Campo Base vuole stimolare un pensiero che possa essere efficace nel presente e capace di immaginare futuri possibili per coloro che verranno.

Personalità dello sport, pensatori e scienziati sono invitati al Festival per condividere le proprie esperienze, per aprire a percorsi di senso e per stimolare riflessioni. Le arti e le creazioni degli artisti sono per noi strumenti per sintonizzarci verso nuove percezioni e importanti catalizzatori di energie.

Il campeggio è la nostra comunità temporanea, punto di partenza per esplorare il territorio della Val D’Ossola fatto di valli e montagne meravigliose, ricche di cultura e saperi.

Venerdì 1 settembre alle ore 18.30 Campo Base Festival si aprirà al pubblico con un aperitivo di benvenuto e una tavola rotonda sui temi dell’ecologia, realizzata con Ci Sarà un bel Clima (collettivo nato nel 2020 con l'obiettivo di creare un coinvolgimento più ampio e inclusivo attorno alla causa climatica ed ecologica), un momento di approfondimento che coinciderà con l'inaugurazione dell’assemblea degli Stati Generali del Clima.
Delineare le linee guida di tutti coloro che, a vario titolo, agiscono nella galassia dell’attivismo ambientale, dare vita a una rete italiana per l’azione climatica e creare, infine, un documento che riunisca quanto l’attivismo italiano ha svolto fino ad oggi, determini quali sono i punti fondamentali per attuare la transizione in Italia, funga da proposta politica ed entri nel dibattito pubblico sul tema: questi gli obiettivi principali degli Stati Generali del Clima.
A seguire negli spazi open air di Tones Teatro Natura, dalle 20.30, prima il benvenuto ufficiale alla terza edizione del Festival in compagnia di Alessandro e Elena Gogna, poi un momento di approfondimento con Fabrizio Manoni: assoluto protagonista delle montagne ossolane, guida alpina di professione, ha scalato e aperto diverse grandi vie sulle Alpi e non solo, dalla parete nord del Cervino in solitaria all’avventura sull’Everest, con il bivacco più alto nella storia dell’alpinismo.
Venerdì 1° settembre la visual artist Ilaria Turba condurrà il pubblico alla scoperta dei “pani rituali”, oggetti di buon auspicio che accompagnavano alcuni passaggi importanti dell’anno legati al ciclo della natura oppure a momenti significativi per una comunità. Attraverso il recupero di questa pratica antica Ilaria Turba ri-crea uno spazio e un tempo protetto di scambio e riflessione. L'atelier si terrà dalle ore 15.00 alle 18.00 a Ghesc, frazione di Montecrestese (VB).
Alle 21.15 la prima serata di Campo Base Festival 2023 prosegue con David Bacci e CAI Eagle Team: un momento di dialogo, tra Alaska e Patagonia, alla ricerca di pareti inviolate sull’Himalaya e sulla parete sud del Denali. David Bacci fa parte del celebre gruppo alpinistico dei Ragni di Lecco e nel 2022 ha aperto una nuova via sul Cerro Torre. Attualmente è anche membro della giuria del progetto CAI Eagle Team, iniziativa pensata dall’alpinista Matteo Della Bordella insieme al Club Alpino Italiano, con l'obiettivo di trasmettere ai giovani tra i 18 e i 28 anni le conoscenze tecniche e il patrimonio culturale fondamentali per diventare interpreti dell’alpinismo moderno.
Chiuderà la serata inaugurale, dalle 22.30, il DJ set Oril & Alemaro e, a seguire, quello di Bunny. Lorenzo Mazza, in arte Oril, è dj stabile nel progetto #BACKTOTHEROOTS, Alessandro Marotta, AleMaro, è resident alla discoteca Tower Town di Vogogna (VB): batteristi di formazione, si avvicinano al mondo del djing con la musica EDM e tech-house, sono costantemente impegnati in produzioni originali e dal 2021 promuovono sul territorio eventi musicali innovativi. Bunny è dj e produttore classe ’97, DJ Resident dei progetti #BACKTOTHEROOTS e 5IVE, inizia con influenze EDM e dal 2022 si avvicina al mondo techno/tech-house.

Sabato 2 settembre alle ore 18.30 l'esploratore Franco Michieli sarà ospite a Tones Teatro Natura per presentare il suo ultimo libro "Per ritrovarti devi prima perderti. Guida tecnico-filosofica all'orientamento naturale” (Ediciclo), in cui racconta decenni di esplorazioni nei più differenti ambienti della Terra e offre le basi tecniche e filosofiche per far rinascere in noi uno sguardo esplorativo grazie all’orientamento naturale.
A seguire l'esibizione di Addict Ameba, un collettivo musicale formato da dieci elementi che mescola afro, ethio jazz, psych rock e musica latina.
Il dopo cena sarà dedicato ad un incontro per la crescita della consapevolezza ambientale e dell'importanza delle risorse naturali, senza distogliere lo sguardo dalle mille emergenze contemporanee, tra inquinamento, siccità e spreco. A dialogare tra loro saranno Alex Bellini, esploratore con una spiccata attenzione all'ambiente, Sofia Farina, ricercatrice, meteorologa dell'Università di Trento e attivista per il clima e la montagna con Protect Our Winter e CIPRA e Sara Segantin, scrittrice, divulgatrice e attivista ambientale.
A chiudere la serata alle ore 22.00 saranno le esibizioni di Venerus e alle ore 23.00 Steve Pepe, per dare spazio alla convivialità e occasione per favorire il germogliare di una comunità temporanea. Andrea Venerus (1992), è talentuoso ed eclettico artista che ha contribuito a innovare la scena musicale contemporanea: anima libera dalle etichette del genere, cantautore, polistrumentista e producer, sa unire sound soul e R&B all’elettronica, con uno stile unico e originalissimo, una perla del panorama contemporaneo.
Campo Base Festival termina domenica 3 settembre con una vera e propria festa, dalle ore 13.00 alle 18.00, nel piccolo villaggio rinato di Ghesc (che sarà adornato dai pani del desiderio realizzati durante i giorni del festival con l’artista Italia Turba), con degustazione di vini, cibo e musica. Barbarella e Savoy-Hard accompagneranno l’intero pomeriggio con un movimentato dj set back to back. LE ATTIVITÀ OUTDOOR, I LABORATORI, LE ESPERIENZE A CONTATTO CON LA NATURA.
Moltissime sono le attività in programma da venerdì 1 a domenica 3 settembre: esperienze di conoscenza delle erbe spontanee, esplorazioni, eventi di scoperta del mondo della fermentazione, yoga in natura, camp ragazzi, attività in ebike, parapendio, canyoning e arrampicata, escursioni fotografiche, forest bathing, merende culturali e molto altro ancora.

Sabato 2 settembre, all'interno del variegato programma della giornata, il forager e gastronomo Alessandro Di Tizio accompagnerà il pubblico di Campo Base Festival in due momenti di ricerca e degustazione delle erbe selvatiche, alla scoperta della migliore mensa possibile, quella offerta da Madre Natura. Raccogliere piante spontanee spinge a comprendere a fondo l’utilità della natura, la sua ricchezza e l’assoluta necessità di proteggerla. La passeggiata mattutina terminerà con un pranzo insolito a base di erbe selvatiche, mentre quella pomeridiana si concluderà con la performance di Jacopo Jenna, coreografo e filmaker attivo nella ricerca sul corpo in relazione al movimento.
Sempre nel pomeriggio di sabato 2, un viaggio nel tempo per scoprire le storie di cui gli alberi e il bosco sono protagonisti: Giorgio Vacchiano, ricercatore in gestione e pianificazione forestale, studioso delle conseguenze del cambiamenti climatico nelle foreste europee, narrerà storie di cambiamento e di resilienza, storie di scontro con i grandi mutamenti ambientali, storie di collaborazione e lavoro insieme alle genti di montagna. L’escursione partirà dal piccolo villaggio di Pontemaglio per esplorarne il cuore antico e i dintorni collinari, costellati da piccoli raggruppamenti di abitazioni rurali e boschi secolari.
Nel pomeriggio di sabato altre attività saranno dedicate all’osservazione degli alberi: merenda#1, in collaborazione con Archivio Leonardi, che porta avanti il grande lavoro svolto negli anni dall’architetto Cesare Leonardi, permetterà di comprendere le strutture e le architetture delle specie arboree che si incontreranno lungo il percorso di trekking fino a raggiungere lo splendido Rifugio Parpinasca. Qui verrà illustrato un iconico progetto che rappresenta il compimento del pensiero di Leonardi, i più piccoli verranno coinvolti in un’attività di disegno dal vero con acquerelli, per tutti un momento conviviale conclusivo con merenda. merenda#2 si addentra invece nel mondo delle tracce: sentieri, modelli naturali, forme e rilievi, come possiamo tracciare e archiviare le caratteristiche di un luogo? Che tracce lasciamo e quali possiamo raccogliere? Attraverso una serie di esercizi pratici e talvolta meditativi, dietro l’attenta guida dell'artista multidisciplinare Elena Braida, i partecipanti raccoglieranno le impronte dell’ecosistema che li circonda. La passeggiata si concluderà con una merenda presso lo splendido borgo di Veglio.
Alle ore 15.00 e 17.30 di sabato 2 e alle ore 16.00 di domenica 3 settembre a Campo Base Festival andrà in scena lo spettacolo Eutopia. Coniugando performance, installazione e game design, Eutopia, a cura di Trickster-p, progetto di ricerca artistica che si muove in un territorio di confine e contaminazione tra diversi linguaggi, rimette in discussione vecchi modelli biologici, ecologici e antropologici per trasformare il teatro in un grande tavolo di azione attorno a cui spettatrici e spettatori sono invitati a un’esperienza partecipativa. Privilegiando quell’arte di raccontare storie in cui gli esseri umani non siano al centro, ma non svolgano neanche il ruolo di intrusi contro i quali la ‘natura’ dovrebbe essere protetta, Eutopia coinvolge i partecipanti, li interroga e li rende partecipi delle storie che scaturiscono dalla loro azione.
Sabato 2 settembre alle ore 15.00 una “passeggiata stupefacente” sui sentieri che curano: da sempre gli esseri umani hanno utilizzato piante “maestre” o “di conoscenza”, quali il tabacco, la coca, l’oppio, oggi etichettate in Occidente come droghe, per migliorare la propria condizione di salute. La guerra alle sostanze psicotrope ha frenato l’impiego terapeutico della cannabis e di altre sostanze di derivazione vegetale, ma prima di demonizzare è bene conoscere. Tania Re, psicoterapeuta, antopologa della Salute ed Etnomedicina e Alessandro Chiolerio, fisico, scienziato, appassionato di sistemi cibernetici vanno in profondità nel mondo delle piante e dei funghi: dopo una “passeggiata stupefacente”, in cui ci si soffermerà sulla narrazione di alcune piante, sarà imbastito un momento collettivo per approfondire il tema.

Domenica 3 mattina andrà in scena una performance collettiva gratuita a cura di Madre Project (Scuola del Pane e dei Luoghi), dal titolo "Corale" Rituale di panificazione - Pensare con il pane, per reincantare il mondo. A Ghesc, villaggio laboratorio nel cuore della Val d'Ossola, il pubblico potrà immergersi in un rituale di panificazione collettiva che contribuirà alla riattivazione della piazza dell’antico borgo.
Sempre domenica mattina Francesco Tomasinelli, biologo, foto-giornalista, divulgatore, guiderà l'escursione “Il racconto della natura” nel Parco Nazionale della Val Grande per osservare e fotografare, con curiosità e sensibilità. Una mattinata che insegnerà a fermarsi spesso per indagare forme di vita, ma anche colori e pattern che il più delle volte sfuggono agli occhi più frettolosi.
Infine, ma questi sono solo alcuni degli appuntamenti all'aria aperta in calendario per la terza edizione di Campo Base Festival, un'immersione naturale per rafforzare il legame con la Natura e recuperare una parte di noi più selvaggia.
Domenica mattina è tempo di Forest Bathing: ci si trasferirà nel Parco Naturale dell'Alpe Devero con i maestri di yoga Clio e Aronne, per vivere un'esperienza attiva e personale nell’approccio verso la Natura, ricucendo e risvegliando quella connessione con la Madre Terra che, oggi come mai, chiede a gran voce di essere salvaguardata.

Biglietti: https://www.tonesteatronatura.com/campo-base/#biglietti

Biglietteria attiva su dice.fm
Venerdì: https://link.dice.fm/Wb59dffc884b
Sabato: https://link.dice.fm/ecc7346279bd
Abbonamento: https://link.dice.fm/Ee7cfc8dbfeb

Prezzi prevendita:
- Campo Base Festival venerdì 1 settembre | 5,00 euro + diritti di prevendita
- Campo Base Festival sabato 2 settembre |15,00 euro + diritti di prevendita
- Campo Base Festival venerdì 1 settembre + campeggio (colazione inclusa) | 20,00 euro + diritti di prevendita
- Campo Base Festival sabato 2 settembre + campeggio (colazione inclusa) | 30,00 euro + diritti di prevendita
- Campo Base Festival 2 giorni + campeggio (colazioni incluse) | 45,00 euro + diritti di prevendita
- Campo Base Festival ab

Informazioni: www.tonesteatronatura.com/campo-base – Info:

info@campobasefestival.it'); // --> //-->

Social: www.facebook.com/campobasefestival, www.instagram.com/campobasefestival

Per il programma completo: https://www.tonesteatronatura.com/campo-base/#programma

Organizzatore
Fondazione Tones on the Stones
Luogo dell'evento
Oira di Crevoladossola (VB)
Telefono
+39 333 5074077