Sabato, Marzo 24, 2018 - Domenica, Marzo 25, 2018
print this page

52° "Mostra della Camelia" di Verbania: il 24 e 25 marzo l'appuntamento dedicato al fiore di origini orientali che il nostro territorio ha trasformato in una produzione floricola d'eccellenza a livello europeo!

Il 24 e il 25 marzo torna sul Lago Maggiore, a Verbania, l’atteso appuntamento con la 52ª Mostra della Camelia. E’ in questo angolo di Piemonte che, da quasi duecento anni, si coltiva questa pianta di origine orientale; grazie alle condizioni ideali di clima e terreno, qui si è acclimatata divenendo una produzione floricola d’eccellenza a livello europeo.
I floricoltori del Consorzio Fiori Lago Maggiore, insieme a collezionisti ed appassionati, allestiranno il piano nobile di Villa Giulia, elegante dimora di fine Ottocento, esibendo 300 varietà di camelie coltivate sul territorio. Passeggiando nel giardino e nei saloni (con splendida vista sul Golfo Borromeo e sui monti della Val d’Ossola) si potranno ammirare esemplari di varie forme e dimensioni. Tra queste:
- Camellia Oki No Nami (Onde di alto mare) varietà giapponese dalla crescita compatta. E’ tra le più resistenti al freddo. E’ di un leggero rosa striato di rosso di forma semidoppia.
- Camellia General Coletti una delle coltivate e tra le più richieste anche oggi. Il colore è rosso vellutato con irregolari macchie bianche, fogliame scuro e lucido. Ne parla Jacob Makoy nel suo catalogo del 1838 ed è stata disegnata e descritta dall'abate Berlese (1784-1863) nella sua iconografia. Presente in tutti i cataloghi ottocenteschi in Europa da quello di Verschaffelt nel 1850 a quello dei Rovelli a Pallanza nel 1874. Il suo successo viene senz’altro dal contrasto dei due colori e dal fatto che la pianta porta tanti boccioli anche da giovane. Sono oltre 60 le camelie dedicate a Generali: da Nelson a Patton, Einsenhower, Lafayette…!
- Camellia Hagoromo (vestito di piume o vestito d'angelo). Proviene dai giardini della reggia di Detskoe Selo (residenza dello zar Nicola II), a Puskin, vicino a Mosca. In Italia è stata portata dai principi Troubetzkoj (Paolo scultore famoso) trasferitisi sul Lago Maggiore dove hanno deciso di coltivare la loro grande passione per le piante di camelia. La leggerezza dei fiori infatti, semidoppi, rosa pastello, con stami gialli al centro delle corolle, evocano la leggerezza di piume angeliche. Raffinata, elegantissima e discreta, è una delle Camellie più amate dai collezionisti. Introdotta in Italia nel 1886, ha fioritura piuttosto tardiva e forma arbusti compatti, con bel fogliame verde lucido.

La scoperta delle camelie proseguirà nel loro habitat naturale. Grazie alla disponibilità dei proprietari e curatori delle più importanti collezioni saranno organizzate dal Comune di Verbania visite guidate da esperti a parchi botanici e giardini privati che custodiscono antiche e rare varietà. I tour guidati sono su prenotazione obbligatoria, Comune di Verbania Ufficio Turismo Tel. 0323 503249. Non mancheranno gli appuntamenti con gli esperti per presentare novità e progetti, la mostra mercato di piante gestita direttamente dai coltivatori associati al Consorzio Fiori Lago Maggiore, i punti vendita di oggettistica a tema floreale. Come ogni anno saranno proposte esposizioni e iniziative dedicate ai bambini.
La 52 ª Mostra della Camelia è organizzata dal Comune di Verbania e Consorzio Fiori del Lago Maggiore. Tra i partner, oltre a Regione Piemonte, Società Italiana della Camelia, Verbania Garden Club e VCO Formazione.

Orario: 24 - 25/3 dalle 10.30 alle 18.30 (inaugurazione ore 10). Ingresso gratuito
Sede: Villa Giulia, Corso Zanitello 10 Verbania Pallanza - Info: Ufficio Turismo Comune di Verbania
Tel. 0323 503249 www.lagomaggiorefiori.it FB Twitter