Thursday, December 8, 2022
print this page

SANTA MARIA MAGGIORE - Accensione dell'albero di Natale e show “Note di Strada”

Mercatino di Natale di Santa Maria Maggiore: accensione dell'albero di Natale giovedì 8 alle 18 con un grande show.
A Santa Maria Maggiore la magia del Natale si accende giovedì 8 dicembre alle ore 18. Nella splendida cornice di Piazza Risorgimento protagonisti saranno i bimbi del capoluogo vigezzino, che con il loro girotondo illumineranno il grande albero di Natale.
Un momento molto sentito dai piccoli abitanti di Santa Maria Maggiore, ma non solo: già per il pomeriggio dell'8 dicembre sono infatti attesi in valle molti visitatori. Per questo Comune e Pro Loco hanno scelto anche quest'anno di regalare un grande spettacolo con musica, artisti, animazione per i più piccoli e tanta atmosfera natalizia. Ospiti di questa giornata d'anteprima – il Mercatino di Natale aprirà infatti venerdì 9 dicembre – saranno i talentuosi artisti della Compagnia Teatrale “Accademia Creativa” di Bastia Umbra. Durante il tardo pomeriggio sarà attivo in piazza anche un punto ristoro con the caldo e vin brulè.
Dalle 18 il pubblico potrà dunque assistere allo show “Note di Strada”, uno spettacolo inedito e coinvolgente, adatto ad un pubblico di ogni età. Eleganti farfalle luminose volteggeranno sulle note di esibizioni live di pianoforte e violino, un concerto-spettacolo con coreografie luminose e ventagli di fuoco in grado di lasciare senza fiato. In chiusura una sorpresa “volante” che farà divertire i più piccoli, ma non solo. E anche quest’anno sono i bambini delle scuole di Santa Maria Maggiore, con la loro passione e la loro creatività, ad aver curato gli originali addobbi dell’albero di Natale, che rimarrà decorato e illuminato fino all’Epifania. Proprio a loro l'Amministrazione Comunale ha deciso di destinare “La piccola pittrice”, un dono speciale e “territoriale” che verrà consegnato in chiusura di pomeriggio proprio giovedì 8 dicembre: una storia scritta da Sonia Carli, pittrice e autrice di una serie di favole ispirate alle vallate dell’Ossola. Evidentemente dedicata alla Valle dei Pittori e legata al mondo della pittura, la storia, in linea con la sensibilità contemporanea, affronta tematiche delicate quali l’inclusione di genere e il rispetto per le scelte di vita dei propri figli.

ph. Marco Benedetto Cerini