Saturday, August 20, 2022
print this page

FORMAZZA Rif. Città di Busto - Musica in Quota: Trio Libertango

MUSICA IN QUOTA – Concerto del 17 Agosto RINVIATO AL 20 AGOSTO

Gusto Latino è il titolo del concerto proposto dal Trio Libertango, formazione composta da Marco Rainelli al flauto traverso, Marco Brusa alla chitarra e Paolo Pasqualin alle percussioni.

Il duo Libertango, composto dal flautista Marco Rainelli e dal chitarrista Marco Brusa, nasce nel 2007 con l’intento di divulgare il repertorio per flauto e chitarra, da fine ‘700 ai giorni nostri, affiancandolo a originali e interessanti trascrizioni. Nel 2017, a 10 anni dalla costituzione del gruppo, viene registrato il disco “Gusto Latino” contenente la celebre Histoire du Tango di Astor Piazzolla, omaggi a danze tipiche della tradizione sudamericana e a importanti compositori quali Jobim, Toquiño, Gardel, Villa-Lobos. Il progetto si è recentemente rimodulato trasformandosi nel Trio Libertango, avvalendosi della preziosa collaborazione del percussionista Paolo Pasqualin, grazie al quale l’evidente impronta popolare dei brani latini viene arricchita dai suoni e dalla ritmica delle percussioni.

DATI TECNICI.
Ritrovo: ore 8.00, parcheggio sotto la diga di Morasco (Riale).
Itinerario: Diga di Morasco – Alpe Bettelmatt – Rifugio Città di Busto.
Dislivello: 740 metri (difficoltà: E).
Tempo percorrenza: 2h 30′.
Guida: Otello Facchini +39 348 6022824 -

– Associazione AccompagNatur.

Pranzo al sacco. In alternativa possibilità di ristoro presso il Rifugio Città di Busto. Per info e prenotazioni (fortemente consigliate) +39 379 1477005 -

.

Dal parcheggio a pagamento sotto la diga di Morasco (Riale) si risale a destra la comoda strada che porta alla casa del guardiano della diga e si prosegue costeggiando il lago fino in fondo, nei pressi della stazione di partenza della funivia Enel.
Restando in costa a destra si raggiunge il sentiero che sale rapidamente e porta nello stupendo vallone di Bettelmatt, alpeggio rinomato per la produzione dell’omonimo e squisito formaggio.
Lo si percorre fino in fondo, per raggiungere il gruppo di baite, e si prende quindi il sentiero – ripido ma ben evidente – che sale gli ultimi 350 metri di dislivello fino alla Piana dei Camosci e al Rifugio Città di Busto: magnifico il paesaggio d’alta quota, con vette sopra i 3000 m e ampie valli, scenari alpini meravigliosi e ricchi di storia.

Al parcheggio, punto di partenza dell'escursione, la guida Otello Facchini spiegherà il percorso da seguire e fornirà tutte le informazioni necessarie e le cautele per affrontare correttamente l’escursione in autonomia.
La guida sarà presente anche durante il concerto e illustrerà le peculiarità storiche e ambientali del nono palcoscenico naturale di Musica in Quota 2022.

In caso di maltempo escursione e concerto saranno annullati.