Cicloturismo
print this page

Percorsi alla scoperta dei paesi intorno a Druogno

Descrizione dell’itinerario

Partendo dalla stazione o dalla Piazza del Municipio di Druogno, oltre alla bella pedalata alla volta del Santuario di Re, si possono anche compiere numerosi altri percorsi alla scoperta dei piccoli paesi del circondario. Visti i pochi chilometri di distanza che li separano uno dall’altro si può scegliere di visitarli separatamente oppure di toccare più mete all’interno della stessa escursione. Per cominciare, attraversiamo l’abitato di Druogno e ci dirigiamo verso Sasseglio. Da qui prendiamo la pista sterrata seguendo un piacevolissimo percorso che passa sotto un bosco di pino silvestre, di rovere e castagno. Con i polmoni ristorati dalla purezza di quest’aria di montagna arriviamo fino a Coimo, il paese famoso per il suo pane nero e il pane con l’uvetta. Come premio per la nostra fatica concediamoci un piccolo assaggio di questa prelibatezza, che non è solo squisita al palato ma è anche espressione della cultura e della tradizione montanara. Dopo questa sosta gustosa possiamo scegliere di continuare fino a Mozzio, sempre affrontando pendenze contenute, oppure di tornare a Druogno ed eventualmente proseguire alla scoperta degli altri paesi vicini al comune vigezzino. Grazie a un percorso ad anello di 2,8 km c’è l’opportunità, ad esempio, di vedere Orcesco e Gagnone, chiudendo il giro di nuovo alla stazione di Druogno. Anche questo tragitto non presenta particolari difficoltà. All’inizio affrontiamo la modesta pendenza della strada che va verso la Baitina e poi prosegue per Orcesco. Da qui, con una bella discesa arriviamo d’un fiato a Gagnone, per poi risalire fino alla Chiesa di San Giulio oggi adibita a biblioteca e a Museo della Cartolina. Se poi ce la sentiamo di fare ancora un piccolo sforzo possiamo completare la nostra esplorazione di questa parte di Valle Vigezzo con la tappa che da Druogno va a Sagrogno e Albogno. Anche qui le distanze sono contenute, con una lunghezza da percorrere di 3,5 km per un dislivello in salita di 260 m. Fuori dall’abitato di Druogno comincia un tratto ad ampi tornanti che porta al bivio che ci conduce da un lato a Sagrogno e dall’altro ad Albogno. Dopo la visita anche a questi due paesini, siamo davvero pronti per far ritorno a Druogno e riposarci, contenti per una bella pedalata che ci ha dato modo di apprezzare il fascino di questi angoli di valle da una prospettiva inconsueta.

Info

Museo della Cartolina e Biblioteca di Druogno: 329/2505154

Associazione Musei d’Ossola: www.amossola.it

Ufficio Turistico di Druogno: 0324/93565; www.druogno.it;

Ferrovia Vigezzina: 0324/242055 – www.vigezzina.com,

Ferrovia delle Centovalli: +41 (0) 91 7560400,

, www.centovalli.ch

Comunità Montana Valli dell’Ossola: 0324/226611 – www.cmvo.it