Cicloturismo
print this page

Alpe Lusentino

Descrizione dell’itinerario

La salita può essere divisa in tre tratti: quello iniziale con 3 km agevoli (pendenza media intorno al 6%); la parte mediana (8%) con rampe molto dure e rari quanto brevi tratti quasi pianeggianti (questo segmento richiede molta
tecnica e attenzione nella scelta dei rapporti); l’ultima parte, dopo Vallesone, un lungo tratto impegnativo, con pendenze fra il 10% e il 12% e punte massime del 14%, che rappresenta il troncone più duro dell’intera salita. Mentre l’ultimo km è decisamente più pedalabile, pur con pendenze medie sempre sopra al 7%. Nel complesso l’impegno richiesto non è da sottovalutare: solo la lunghezza, non eccessiva, abbassa il grado di difficoltà. Il punto di partenza si trova lungo la circonvallazione occidentale di Domodossola (via Dalla Chiesa), a poca distanza dalla strada che sale in Val Bognanco. In mancanza di altre indicazioni occorre seguire quelle per la chiesa di San Brizio di Vagna e per gli impianti sciistici di “Domobianca”. La strada è ampia e in buone condizioni, ma alcune lievi anomalie e brevi tratti con mancanza di protezioni impongono prudenza in discesa, anche perché si possono raggiungere velocità piuttosto elevate. L’ombra è molto scarsa: l’esposizione a nord garantisce una certa protezione solo nelle ore mattutine. Il traffico è limitato nei periodi non sciistici. La strada risale il fianco settentrionale del Moncucco, con lunghi tornanti (sette in tutto) che permettono fugaci viste verso la piana dell’Ossola con lo
splendido panorama dei monti che le fanno da cornice. Nel primo tratto, il più aperto, si attraversano diversi borghi caratteristici, con le case dai tipici tetti di piode. Poi ci s’inoltra nel bosco: nel primo segmento castagni e faggi, cui si sostituiscono, man mano che si sale, aceri, abeti, larici e qualche betulla.

Info

Ufficio Turistico di Domodossola: Piazza Matteotti 24 - 28845 Domodossola
Tel. 0324 248265 -