Sabato, Marzo 25, 2017 - Domenica, Marzo 26, 2017
print this page

51° Mostra della Camelia di Verbania, il 25 e 26 marzo oltre 300 varietà di camelie a fioritura primaverile in esposizione, tra eventi, tour guidati, novità editoriali dal mondo dei giardini, esposizioni, mostra mercato, incontri ed eventi!

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE LA LOCANDINA

Orario: 25 - 26/3 dalle 10.30 alle 18.30 (inaugurazione ore 10). Ingresso gratuito
NOVITA’ Sede: Teatro Maggiore Via San Bernardino, 49 - Verbania Pallanza - Info: Ufficio Turismo Comune di Verbania Tel. 0323 503249 www.lagomaggiorefiori.it FB Twitter

La 51ª mostra della camelia di Verbania ha una nuova sede. La manifestazione che attira ogni anno visitatori da tutta Italia e dall’estero sarà ospitata all’interno del nuovissimo Teatro “Il Maggiore” di Verbania, complesso architettonico avveniristico affacciato sul lago e firmato dal noto architetto spagnolo Salvator Perez Arroyo.

Accanto all’esposizione di oltre trecento varietà di camelie a fioritura primaverile, provenienti dai vivai locali (dopo Cina e Giappone il lago Maggiore è luogo d’eccellenza di produzione di acidofile), sono in programma visite guidate ai giardini botanici di Villa Taranto, Isola Madre e splendidi parchi privati con collezioni di camelie davvero uniche come Villa Anelli a Oggebbio, Villa Rusconi Clerici e Villino San Remigio a Verbania. Guide d’eccezione: i curatori dei giardini ed esperti botanici. I tour guidati sono su prenotazione obbligatoria, Comune di Verbania Ufficio Turismo Tel. 0323503249.

Non mancano gli appuntamenti con gli esperti ed i collezionisti, la mostra mercato di piante gestita direttamente dai coltivatori associati al Consorzio Fiori Tipici Lago Maggiore, i punti vendita di profumi e cosmetici alla camelia, novità editoriali dal mondo dei giardini e dei fiori, gioielli con foglie di camelie, laboratori per bambini e tante altre curiosità.

In occasione della manifestazione sarà dedicato uno spazio alla figura di Arturo Toscanini nel centocinquantesimo anno dalla nascita (che cade proprio il 25 marzo) con il coinvolgimento della Fondazione Arturo Toscanini e del Museo Toscanini di Parma. Il celebre Maestro soggiornò, infatti, a lungo a Verbania all’isolino San Giovanni durante le vacanze estive. Tra le iniziative: tour in battello intorno all’isolino San Giovanni in compagnia di Nicola Luberto, curatore del Museo Toscanini Parma e dello storico locale Leonardo Parachini che racconterà curiosità e aneddoti su Toscanini, proiezione di uno splendido filmato sulla vita e la carriera di Toscanini con contributi inediti, esposizione di foto e cimeli del Maestro, una mostra di acquarelli dedicati alle camelie e a Toscanini di Carla Chiaberta, concerti di musica classica e percussioni.

La manifestazione è organizzata dal Comune di Verbania e Consorzio Fiori del Lago Maggiore. Tra i partner, oltre a Regione Piemonte e Distretto Turistico dei Laghi, Società Italiana della Camelia e Verbania Garden Club.

Curiosità sulla camelia
Nel linguaggio dei fiori la camelia è sinonimo di bellezza e devozione eterna tra gli innamorati. Regalata è segno di stima ed è simbolo di portafortuna quando è donata a un uomo. La camelia deve il nome al missionario e botanico George Joseph Kamel (1661-1706). Originaria del Giappone, Cina sud-orientale e zone limitrofe dell’Indocina, nei tempi antichi la camelia, grazie alla sua caratteristica di vivere centinaia di anni, era considerata simbolo di immortalità: ancora oggi viene piantata nei giardini dei templi buddisti. La prima camelia giunse in Italia nel 1760 nel giardino della Reggia di Caserta grazie all’amicizia di Lord Nelson con l’ambasciatore inglese Sir Hamilton. In Francia fu coltivata nel giardino di Malmaison su richiesta di Giuseppina, moglie di Napoleone I. Nell’800 divenne di gran moda e nell’alta società anche gli uomini usavano la camelia come ornamento dei propri abiti. Alexandre Dumas nel 1848 pubblicò “La dame aux camélias” a cui si ispirò Giuseppe Verdi nella Traviata (1853). In tempi più recenti Coco Chanel sceglierà la camelia come simbolo della sua Maison. La camelia del Lago Maggiore è stato il fiore delle Olimpiadi Invernali di Torino 2006, Marcialonga, Mondiali di Sci Nordico Fiemme e Fassa.

ARTURO TOSCANINI: Il 25 marzo 1867 Arturo Toscanini nasce a Parma. I suoi genitori sono sarti, hanno spirito garibaldino e risorgimentale, cantano e amano la musica. Arturo studia violoncello, pianoforte e composizione alla regia Scuola di Musica, l’attuale Conservatorio di Parma. Nel 1896 viene scritturato per entrare a far parte come violoncellista e secondo maestro di coro in una compagnia operistica. Durante la tournée in Sudamerica a Rio, nell’Aida di Verdi, Toscanini, incitato da alcuni colleghi strumentisti, prende la bacchetta (il direttore aveva abbandonato l’orchestra!), chiude lo spartito e incomincia a dirigere l’opera a memoria: un trionfo! Ed inizia così la carriera di direttore a soli 19 anni. Dagli anni ’30 fino agli anni ’50 Arturo Toscanini affitta per il periodo di riposo estivo l’Isolino S. Giovanni a Verbania Pallanza.
Documentario: 'Toscanini, una coscienza implacabile' è il titolo del documentario realizzato dalla Casa della Musica per arricchire e documentare il percorso museale all'interno della Casa Natale del grande Direttore d'orchestra. Il video mostra il percorso umano e la carriera straordinaria di Arturo Toscanini, dalla sua infanzia a Parma, fino ai primi successi in Sud America, Europa e poi negli Stati Uniti, avvalendosi del copioso materiale iconografico e documentario conservato presso Casa della Musica e il Museo Casa Natale, oltre che di preziose interviste ai nipoti, al Maestro Lorin Maazel, che da Toscanini stesso ricevette per la prima volta la bacchetta direttoriale.
CARLA CHIABERTA: Dipinge dedicandosi con passione soprattutto all’acquerello, tecnica pittorica di notevoli difficoltà, che le è particolarmente congeniale. Si è perfezionata alla scuola “Gruppo artistico Mediolanum” di Milano. Nel 2010 viene invitata al 7° Festival Internazionale dell'acquerello ad Anversa. Nel 2016 è selezionata per Esposition Simposium Europèennes di Avignone. I temi dei suoi dipinti spaziano dai fiori alla musica.

PROGRAMMA
Sabato 25 marzo – Incontri ed eventi
ore 10.00 Teatro Il Maggiore. Inaugurazione
ore 10.30 Giardini Botanici Villa Taranto. Visita guidata con il Dr Franco Caretti, curatore botanico. Ingresso e visita offerte da Ente Giardini Botanici Villa Taranto – contributo organizzazione € 5. Prenotazioni 0323 503249
ore 10.30 Giardino Villa Anelli – Oggebbio. Visita guidata collezione di 200 camelie. Prenotazioni 0323 503249
ore 11.30 Teatro Il Maggiore foyer piccolo: G. Lucarno: “Ville ed Edifici Monumentali nel Verbano: attrattività turistica”
ore 14.00 Pontile piccolo di Villa Taranto: Tour guidato in motoscafo intorno all’Isolino S. Giovanni alla scoperta dei luoghi di vacanza di Toscanini. €10, /€5 da 6-14 anni/gratuito 0-5 anni. Prenotazioni 0323 503249
ore 14.30 Giardino Villa Anelli – Oggebbio. Visita guidata collezione di 200 camelie. Prenotazioni 0323 503249
ore 15 Giardino del Villino San Remigio. Visita guidata con Verbania Garden Club. Prenotazioni 0323 503249
ore 15.00 Teatro Il Maggiore: Le collezioni tematiche di camelie da tutto il mondo
"Progetto per le Collezioni nazionali botaniche in Italia" Valentina Scariot Gruppo di Lavoro per le collezioni botaniche della SOI - "Il Marchese Ignazio Pallavicini e la sua collezione di Camelie" Riccardo Albericci Responsabile Società Italiana della Camelia per la Liguria - "Le collezioni internazionali certificate come Camellia Garden of Excellence" Gianmario Motta vicepresidente per l'Europa International Camellia Society - "Le Camelie di Villa Maioni - Verbania: dalle invernali al progetto delle primaverili" Andrea Corneo Presidente Società Italiana della Camelia
ore 16.30 Biblioteca Civica “P.Caretti”: Tararì Tararera Lettura scenica ispirata a fiabe classiche/moderne con FaberTeater
Ore 16.30 Giardino di Villa Rusconi Clerici. Visita guidata con Verbania Garden Club. Prenotazioni 0323 503249
ore 17.00 Teatro Il Maggiore. Tè e biscotti floreali a cura del Verbania Garden Club e VCO Formazione
ore 21.00 Teatro Il Maggiore. Stagione 2016/17: Concerto The Art of the Clarinet, Ass.ne Musicale Florestano-Eusebio
Domenica 26 marzo - Incontri ed eventi
ore 10 Giardini Botanici Isola Madre. Visita guidata con Verbania Garden Club. Ritrovo sul lungolago di Pallanza presso il pontile dei motoscafi. Euro 13,00. Prenotazioni 0323 503249
ore 10.30 Giardino Villa Anelli – Oggebbio. Visita guidata collezione di 200 camelie. Prenotazioni 0323 503249
ore 11.00 Teatro Il Maggiore foyer piccolo: proiezione del filmato “Toscanini, una coscienza implacabile” che presenta il percorso umano e la carriera di Arturo Toscanini. Segue intervento di Nicola Luberto, curatore del Museo Toscanini Parma
ore 14.00 Pontile piccolo di Villa Taranto: Tour in motoscafo intorno all’Isolino S. Giovanni alla scoperta dei luoghi di vacanza di Arturo Toscanini guidato da Nicola Luberto curatore - Museo Toscanini Parma e Leonardo Parachini, storico locale. Euro10, /€5 da 6-14 anni/gratuito 0-5 anni. Prenotazioni 0323 503249
ore 14.30 Giardino Villa Anelli – Oggebbio. Visita guidata collezione di 200 camelie. Prenotazioni 0323 503249
ore 14.30/16.30 Teatro Il Maggiore. Attività per i bambini
ore 15.00 Giardino di Villa Rusconi Clerici. Visita guidata con Verbania Garden Club. Prenotazioni 0323 503249
ore 15.00 Giardino del Villino San Remigio. Visita guidata con Verbania Garden Club. Prenotazioni 0323 503249
ore 16.00 Teatro Il Maggiore. Percussioni Romantiche Waikiki Ensemble Direttore Davide Merlino. Stagione 2016/17 Verbania Musica
ore 17.00 Tè e biscotti floreali a cura del Verbania Garden Club e VCO Formazione

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE LA LOCANDINA